• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/06803 (5-06803)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-06803presentato daMORASSUT Robertotesto diLunedì 11 ottobre 2021, seduta n. 574

   MORASSUT, PEZZOPANE, BRAGA, BURATTI, MORGONI, PELLICANI, ROTTA, LORENZIN, MADIA, ORFINI, PICCOLI NARDELLI, PRESTIPINO e SENSI. — Al Ministro della transizione ecologica, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. — Per sapere – premesso che:

   la Sogesid S.p.a. è una società partecipata al 100 per cento dal Ministero dell'economia e delle finanze che opera in qualità di ente in house presso il Ministero della transizione ecologica e presso il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. La Sogesid riceve affidamenti diretti di contratti pubblici dai due predetti Ministeri;

   in particolare, il Ministero della transizione ecologica esercita su Sogesid un controllo analogo a quello che ha sui propri servizi, definendo sia gli obiettivi strategici sia le decisioni significative della società controllata;

   la legge di bilancio 2019 ha autorizzato il Ministero della transizione ecologica ad avviare procedure concorsuali pubbliche per unità di personale da inquadrare nell'Area III-F1 e nell'Area II-F2, nonché ad assumere unità di livello dirigenziale non generale, anche al fine di prevenire l'instaurazione di nuove procedure europee di infrazione. In ragione di tale previsione, lo stesso Ministero è tenuto alla progressiva e graduale riduzione delle convenzioni stipulate con Sogesid per le attività di assistenza e di supporto tecnico-specialistico e operativo in materia ambientale, nella misura del 10 per cento per l'anno 2026, fino al suo totale azzeramento nel 2030, con riferimento alle convenzioni vigenti al 2018;

   il 9 agosto 2019 è stata indetta una procedura concorsuale per il reclutamento di n. 251 unità di personale non dirigenziale a tempo indeterminato da inquadrare nell'Area III-F1, le cui prove scritte sono state espletate il 9-14 settembre 2021. Tale procedura non riuscirà a coprire neanche la metà dei posti disponibili, in quanto i partecipanti risultati idonei alla prova orale sono meno di 100 e anche l'autorizzazione di spesa per ulteriori 218 unità di personale non dirigenziale ad elevata specializzazione tecnica non riuscirà a colmare il fabbisogno del Ministero, caratterizzato da una cronica carenza di personale, ulteriormente aggravata, negli ultimi anni, dall'elevato tasso di pensionamento;

   a ciò si aggiunga che il decreto-legge 1° marzo 2021, n. 22 che ha istituito il Ministero della transizione ecologica attribuisce ad esso, tra gli altri, compiti e funzioni in materia di politica energetica e mineraria, con conseguente enorme incremento delle attività del Ministero e necessità di ulteriore personale formato e qualificato;

   attualmente il 65 per cento del valore di produzione della Sogesid è dipendente dalle commesse del Ministero della transizione ecologica, dove sono impiegati ben 342 dipendenti, con una professionalità, competenza e know how consolidati nel corso degli anni che rischiano di andare disperse;

   la dispersione di personale altamente qualificato non può che aumentare concretamente il rischio di non riuscire a cogliere l'occasione epocale offerta dal Fondo Next Generation EU e dal Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr), che destina una parte consistente delle risorse alle politiche green, da implementare nel breve periodo –:

   come il Governo intenda affrontare le conseguenze dei tagli all'assistenza tecnica presso il Ministero della transizione ecologica, tenuto conto dell'elevato tasso di pensionamento dell'attuale personale ministeriale e di quella che appare agli interroganti come un'insufficienza numerica dei funzionari che si intendono reclutare con le procedure in corso, a seguito soprattutto della mancata copertura dei posti disponibili nella procedura di selezione per 251 funzionari tecnici;

   se il Governo sia consapevole che il nostro Paese, a causa della perdita del personale qualificato che da molti anni opera al Ministero della transizione ecologica attraverso Sogesid, rischia di non cogliere l'epocale sfida lanciata dal Fondo Next Generation EU e dal Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (Pnrr) in ambito ambientale e se, per tale ragione, intenda assumere iniziative per promuovere e/o adottare procedure e/o strumenti finalizzati a favorire l'internalizzazione del personale Sogesid e, comunque, a valorizzarne le competenze per non disperdere il know how sinora acquisito.
(5-06803)