• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/06812 (5-06812)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-06812presentato daDI MAIO Marcotesto diMartedì 12 ottobre 2021, seduta n. 575

   MARCO DI MAIO e MORETTO. — Al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   il decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, ha previsto che a partire dal 15 ottobre 2021 entrerà in vigore l'obbligo di certificazione verde Covid (il cosiddetto green pass) per tutti i dipendenti pubblici, inclusi quelli impiegati presso i comuni;

   quasi ottomila comuni italiani si trovano nelle più diverse situazioni per quel che riguarda dimensione e completezza della pianta organica e, per tale ragione, non tutti potrebbero essere in grado di fronteggiare adeguatamente eventuali criticità derivanti da carenze di personale sprovvisto di green pass;

   da fonti di stampa si apprende, ad esempio, che nel comune di Teglio Veneto (Venezia) tre dipendenti hanno comunicato al sindaco l'astensione dal lavoro ogni lunedì, perché non sono disponibili a effettuare il tampone antigienico il fine settimana ai fini del green pass e che due di questi sono gli unici dipendenti comunali con i requisiti necessari a operare quali ufficiali dello stato civile e dell'ufficio anagrafe;

   si tratta di funzioni e prestazioni essenziali, che i comuni garantiscono per l'erogazione di servizi istituzionalmente improrogabili e la cui chiusura comporterebbe l'interruzione di un pubblico servizio fondamentale, con ricadute di responsabilità sullo stesso sindaco;

   attualmente i comuni non possono utilizzare il Fondo per l'esercizio delle funzioni fondamentali degli enti locali, di cui all'articolo 106 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, al fine di ovviare a carenze di personale;

   detto Fondo, infatti, è preposto ad assicurare agli enti locali le risorse necessarie per l'espletamento delle funzioni fondamentali in relazione alla possibile perdita di gettito conseguente alla pandemia, ed è stato rifinanziato per 500 milioni di euro per l'anno 2021 con l'ultima legge di bilancio (articolo 1, commi 822 e seguenti, della legge 30 dicembre 2020, n. 178);

   le risorse di tale Fondo, pertanto, potrebbero essere autorizzate a sostenere spese di assunzione di personale esterno, al fine di garantire la continuità del servizio in casi di possibili interruzioni dovute all'assenza di green pass;

   con la medesima finalità lo stesso fondo potrebbe essere utilizzato per agevolare e incentivare la stipula di apposite convenzioni con altri comuni limitrofi –:

   quali iniziative di competenza intenda assumere al fine di porre rimedio alla possibile carenza di personale che i comuni potrebbero registrare a partire dal 15 ottobre 2021, valutando, nel caso, le ipotesi formulate in premessa e indicando, altresì, quali strumenti intenda predisporre per consentire ai sindaci di garantire la continuità nell'erogazione dei servizi essenziali.
(5-06812)