• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/02588 PUGLIA, VACCARO, MORONESE, LANZI, NOCERINO, CORRADO, DONNO, LANNUTTI, ANGRISANI, TRENTACOSTE, NATURALE, GIANNUZZI - Al Ministro dell'interno. - Premesso che, per quanto risulta agli...



Atto Senato

Risposta scritta pubblicata nel fascicolo n. 116
all'Interrogazione 4-02588

Risposta. - Si rappresenta che la Prefettura di Napoli, nell'ambito dell'attività istituzionale di monitoraggio nei confronti degli enti, ha rivolto particolare attenzione all'amministrazione comunale di San Giorgio a Cremano, anche in seguito alle segnalazioni ricevute con riferimento a specifiche vicende riconducibili al settore finanziario, a procedure di affidamento di appalti e servizi, all'attività del contenzioso e a criticità finanziarie.

In particolare, nell'aprile 2018, sono state interessate le forze dell'ordine a seguito di notizie di stampa riguardanti provvedimenti applicativi di misure cautelari nei confronti, tra gli altri, di un funzionario dell'ente, responsabile del servizio di polizia mortuaria, e di dipendenti della ditta affidataria dei servizi cimiteriali locali. La vicenda ha riguardato l'illegittima edificazione di loculi cimiteriali, che sarebbero stati realizzati in assenza delle prescritte autorizzazioni e sarebbero stati oggetto di illecita compravendita attraverso la corruzione dello stesso dipendente. Su tali fatti sono tuttora pendenti procedimenti penali nei confronti del responsabile del servizio di polizia mortuaria dell'ente e di due dipendenti della ditta "Misericordia", affidataria dei lavori presso il cimitero locale.

Nel mese di luglio 2018, inoltre, la Prefettura ha chiesto notizie al segretario generale dell'ente in ordine alle problematiche oggetto delle segnalazioni, richiamando altresì l'attenzione sulle prerogative istituzionali che l'ordinamento attribuisce alla qualifica rivestita dal segretario stesso, sia sul piano del coordinamento e della sovrintendenza delle funzioni gestionali, sia su quello più generale di garante della regolarità dei servizi e della legittimità dell'azione amministrativa. In riscontro a tale richiesta, il segretario generale ha fornito chiarimenti sull'attività svolta per salvaguardare la legittimità dell'azione amministrativa dell'ente.

Nel gennaio 2020, la Questura di Napoli, in relazione ai fatti riferiti dal segretario generale, ha comunicato che erano in corso indagini da parte della magistratura ordinaria.

In relazione alle vicende segnalate, la Prefettura ha assicurato che resta vigile l'attenzione su eventuali ulteriori elementi d'interesse che dovessero emergere, anche al fine dell'eventuale attivazione delle misure previste dall'ordinamento per assicurare la necessaria conformità ai principi di trasparenza, legalità e buon andamento dell'azione amministrativa.

SCALFAROTTO IVAN Sottosegretario di Stato per l'interno

09/09/2021