• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/06672 (5-06672)



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 16 settembre 2021
nell'allegato al bollettino in Commissione I (Affari costituzionali)
5-06672

  Signor Presidente, onorevoli Deputati, in merito a quanto segnalato dagli Onorevoli Interroganti, la Prefettura di Bologna ha acquisito elementi informativi dal comune capoluogo. In particolare, è stato riferito che per la tornata elettorale del 3 e 4 ottobre prossimi, la Giunta Comunale con delibera del 7 settembre scorso ha ampliato il numero delle piazze destinate alla propaganda elettorale per comizi, portando così da 6 a 12 il numero di luoghi deputati ad ospitare le riunioni politiche. Tale ampliamento è stato disposto a seguito della riunione della Commissione Interpartitica, tenutasi presso il comune di Bologna lo scorso 1° settembre, in occasione della quale tutti i presenti – tra i quali il Capogruppo consiliare di Fratelli d'Italia – hanno approvato all'unanimità la modifica in questione.
  Il comune ha riferito altresì che, con comunicazione pec del 3 settembre scorso, acquisita al protocollo generale dell'ente, il Capogruppo in Consiglio Comunale di Fratelli di Italia ha comunicato che «in data domenica 26 settembre dalle ore 9.00 alle ore 13.00 Fratelli d'Italia organizzerà un comizio elettorale con il Presidente Nazionale del Partito presso Piazza Galvani». Con nota della Segreteria Generale datata 9 settembre, il comune ha rilasciato il proprio nulla osta allo svolgimento del comizio nella piazza e nella fascia oraria indicata nella richiesta.
  Su un piano più generale va rilevato che l'assegnazione delle piazze da parte del comune è disciplinata da un apposito regolamento comunale, a norma del quale l'assegnazione avviene in base all'ordine di presentazione delle domande risultante dalla protocollazione; ogni partito può esercitare per una sola volta il diritto di precedenza su altre prenotazioni per comizi che vedono la partecipazione del Segretario Nazionale o del Presidente.
  Con riferimento agli ulteriori aspetti evidenziati nell'atto di sindacato ispettivo, relativi alla organizzazione di numerosi eventi di varia natura concomitanti con la campagna elettorale, la Questura di Bologna ha reso noto che il 26 settembre prossimo sono in programma in alcune piazze della città diverse manifestazioni tradizionali, tra le quali il festival francescano che secondo una tradizione ormai consolidata si svolge in Piazza Maggiore e Piazza del Nettuno.
  Rispetto ai fatti oggetto dell'atto di sindacato ispettivo parlamentare, la Prefettura di Bologna ha, come di consueto, provveduto a diramare la circolare ministeriale inerente la propaganda elettorale e ha reso noto che ad oggi non sono pervenuti esposti riferiti alle specifiche questioni oggetto dell'interrogazione da parte delle minoranze politiche impegnate nella competizione elettorale.