• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/10208 (4-10208)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-10208presentato daBIGNAMI Galeazzotesto diLunedì 13 settembre 2021, seduta n. 563

   BIGNAMI. — Al Ministro dello sviluppo economico, al Ministro dell'economia e delle finanze. — Per sapere – premesso che:

   sono giunte all'interrogante numerose segnalazioni di cittadini residenti nel quartiere San Donato/San Vitale di Bologna che, da fine gennaio 2021, a seguito del tentativo di furto avvenuto presso il bancomat posizionato in Via F. Beroaldo, non possono più usufruire del servizio di ufficio postale. Il suddetto ufficio, infatti, risulta chiuso proprio da quando il bancomat era stato fatto esplodere da malviventi e, da allora, non ha più riaperto. I residenti chiedono che venga riaperto l'ufficio postale di via Beroaldo;

   l'ufficio postale di via dell'Artigiano è punto di riferimento del quartiere sia per la sua posizione strategica, sia per l'ampio bacino di cittadini a cui presta i propri servizi;

   dal 31 gennaio 2021 tutti coloro che hanno necessità di usufruire dei servizi postali debbono recarsi presso la Posta di via Carlo Alberto Pizzardi (distante circa 1,5 chilometri), oppure direttamente alla posta centrale in Piazza Minghetti (distante circa 2,3 chilometri);

   il riferimento di tali uffici postali viene riportato nell'avviso di chiusura temporanea. Questi sono individuati come uffici alternativi a cui rivolgersi, mentre il ritiro della corrispondenza in giacenza è possibile solo presso la sede di via Saliceto 4, distante 2,1 chilometri;

   tale servizio alternativo risulta assolutamente gravoso, soprattutto per i numerosi anziani residenti in zona, impossibilitati a raggiungere gli uffici definiti «più vicini»;

   ad oggi, sussiste il disagio derivante dalla chiusura dell'ufficio postale di Via dell'Artigiano 32/A. Nonostante molteplici avvisi in cui si preannunciava una riapertura immediata, l'ufficio postale risulta ancora chiuso. Questo provoca ancora disagi per i residenti della zona che, per usufruire dei servizi postali, devono recarsi presso gli uffici limitrofi, tra i quali il più vicino risulta essere quello di Via Pirandello 22 che dista ben 2,3 chilometri;

   tale chiusura, inoltre, comporta inevitabilmente un notevole afflusso di cittadini presso le altre sedi, provocando così affollamento e lunghe file che, specialmente in questo periodo di piena pandemia, risultano vietate ed altamente pericolose –:

   se tale chiusura e la conseguente riorganizzazione degli uffici postali interessati rispettino quanto previsto dagli accordi sottoscritti da Poste Italiane e Anci in merito alla distribuzione dei servizi sul territorio;

   atteso che la chiusura dell'ufficio postale sito in via dell'Artigiano 32/A a Bologna rappresenta un grave disservizio ai danni della cittadinanza, quali iniziative, per quanto di competenza, si intendano assumere, affinché Poste Italiane proceda a una pronta riapertura dell'ufficio postale.
(4-10208)