• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/05935 SBROLLINI - Al Ministro della salute. - Premesso che: l'attuale emergenza sanitaria ha messo in evidenza alcuni aspetti problematici del sistema sanitario nazionale (SSN), tra i quali...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-05935 presentata da DANIELA SBROLLINI
martedì 7 settembre 2021, seduta n.357

SBROLLINI - Al Ministro della salute. - Premesso che:

l'attuale emergenza sanitaria ha messo in evidenza alcuni aspetti problematici del sistema sanitario nazionale (SSN), tra i quali riveste particolare rilievo la carenza di organico in vari settori;

malgrado il lavoro straordinario svolto dal personale sanitario ospedaliero, è stato messo in evidenza quanto sia fondamentale la medicina nel territorio;

da anni le associazioni dei medici, in particolare la Federazione italiana medici di medicina generale (FIMMG) e il Sindacato medici italiani (SMI), hanno lanciato l'allarme relativo all'aggravarsi della carenza dei medici di base, poiché secondo le attuali previsioni entro il 2028 saranno andati in pensione 33.392 medici di tale categoria a fronte degli 11.000 nuovi professionisti che, nello stesso periodo, avranno completato la specialistica, qualora il numero di borse per il corso di formazione in medicina generale dovesse rimanere costante;

tale scenario è ulteriormente aggravato a causa dei significativi numeri di giovani medici, i quali, formatisi in Italia, decidono di esplorare le loro opportunità lavorative all'estero;

considerato che:

la situazione si presenta con diversi livelli di gravità nelle varie regioni;

nel Veneto i dati attuali sono particolarmente allarmanti, considerando, per esempio, che nella sola provincia di Padova il problema della carenza di medici riguarda ben 50 comuni (su un totale di 102); nel veronese si registrano ben 100 zone in cui la mancanza di medici di base è talmente grave da aver portato a una situazione in cui, secondo quanto riportato dal segretario FIMMG provinciale: "È diventato impossibile garantire cure adeguate ai malati domiciliari fragili, fare prevenzione, seguire i pazienti Covid e sostenere le decine e decine di telefonate a tutte le ore di persone che chiedono consigli, ricette o certificazioni di ogni tipo",

si chiede di sapere quali misure il Ministro in indirizzo intenda adottare al fine di sopperire al fabbisogno strutturale di medici di medicina di base, ovvero se lo stesso Ministro intenda illustrare al Parlamento i criteri che determinano la distribuzione regionale dei posti di specializzazione per i medici di medicina di base e quale sia il suo indirizzo circa la possibilità di incrementarli nei prossimi anni.

(4-05935)