• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/DOC.VIII,N ...    premesso che:     in attuazione degli articoli 2, 3, 32 e 34 della Costituzione e degli articoli 21, 24 e 26 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, in...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/Doc. VIII, n. 8/007presentato daLOREFICE Marialuciatesto diGiovedì 29 luglio 2021, seduta n. 550

   La Camera,
   premesso che:
    in attuazione degli articoli 2, 3, 32 e 34 della Costituzione e degli articoli 21, 24 e 26 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, in raccordo con la legge 5 febbraio 1992, n. 104, e con il decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66, nonché in armonia con i princìpi sanciti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, fatta a New York il 13 dicembre 2006 e ratificata ai sensi della legge 3 marzo 2009, n. 18, le istituzioni hanno il dovere di riconoscere i diritti delle persone sorde, con disabilità uditiva in genere e sordocieche, promuovendo la rimozione delle barriere alla comprensione e alla comunicazione che limitano il pieno sviluppo della persona e l'effettiva partecipazione alla vita collettiva;
    l'accesso alle informazioni politiche da parte delle persone sorde o con disabilità uditiva appare essere un obiettivo strategico che permette di essere cittadini come tutti gli altri; senza informazioni politiche accessibili, infatti, le persone sorde non possono partecipare a processi politici, elaborare libere opinioni e poter influire nel contesto sociale;
    è dunque fondamentale, per ogni istituzione, tutelare, sostenere, promuovere e adottare tutti gli strumenti tecnologici per il superamento o la riduzione delle condizioni di svantaggio, assicurando la diffusione e la piena accessibilità di tutti gli strumenti tecnologici, i servizi e le risorse finalizzati ad assicurare l'inclusione sociale e l'accesso all'informazione per le persone sorde, con disabilità uditiva in genere e sordocieche;
    in occasione della pandemia da COVID-19, la Camera dei deputati ha innovato ampiamente le modalità di partecipazione alla vita politica consentendo, ad esempio, lo svolgimento con collegamento in videoconferenza delle attività delle Commissioni permanenti svolte in sede informale, estendendo anche la modalità di partecipazione a distanza tramite videoconferenza a tutte le sedute delle Commissioni in cui non sono previste votazioni;
    attualmente la pubblicità dei lavori della Camera non consente alle persone con disabilità uditiva una concreta e piena accessibilità alle informazioni e ai dibattiti pubblici, accessibilità ulteriormente limitata per l'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale che non consentono un'agevole lettura labiale,

invita, per le rispettive competenze, l'Ufficio di Presidenza e il Collegio del Questori

a valutare l'opportunità di definire, sulla base degli esiti delle attività di sperimentazione realizzate in materia, gli opportuni indirizzi in vista di un assetto conclusivo della materia, che tenga conto delle forme peculiari che caratterizzano la pubblicità dei lavori parlamentari, della sostenibilità organizzativa e finanziaria dell'intervento nonché dell'evoluzione delle tecnologie in materia.
9/Doc. VIII, n. 8/7. (Testo modificato nel corso della seduta) Lorefice, D'Arrando, Villani, Penna, Ianaro, Sportiello, Misiti, Mammì, Boldi, Carnevali, Noja.