• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03146-AR/1 ...    premesso che:     il provvedimento in esame reca disposizioni finalizzate al rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03146-AR/130presentato daCASO Andreatesto diVenerdì 23 luglio 2021, seduta n. 546

   La Camera,
   premesso che:
    il provvedimento in esame reca disposizioni finalizzate al rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure prevedendo, all'articolo 32 misure di semplificazione in materia di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e semplificazione delle procedure di repowering, modificando l'articolo 5 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28;
   considerato che:
    l'installazione di impianti fotovoltaici ex novo e la sostituzione di moduli vecchi con pannelli più efficienti risulta essere una pratica sempre più diffusa e, ad oggi, si stima che i moduli fotovoltaici giunti a fine vita siano in Italia circa 80 milioni, una mole notevolissima di questa tipologia di RAEE che deve essere gestita con particolare accortezza per sventare il rischio di innescare una vera e propria bomba ecologica;
    il Governo – sulla scorta di quanto chiesto dal Parlamento con l'approvazione dell'articolo 14 della legge di delegazione europea del 2018 – ha emanato il decreto legislativo n. 118 del 2020 con cui sono state apportate alcune modifiche al decreto legislativo n. 49 del 14 marzo 2014, introducendo l'articolo 24-bis al fine di prevedere che per la gestione dei RAEE derivanti da AEE di fotovoltaico incentivate dal cosiddetto «conto energia» ed installate precedentemente al 27 settembre 2020, per i quali è previsto il trattenimento delle quote a garanzia secondo le previsioni di cui al citato decreto legislativo n. 49 del 2014, la possibilità per i soggetti responsabili degli impianti fotovoltaici di prestare una garanzia finanziaria;
    il GSE, in applicazione del decreto legislativo n. 118 del 2020, ha aggiornato le relative istruzioni operative contenenti le modalità tecniche ed amministrative di applicazione dello stesso, stabilendo che, nel caso in cui il soggetto responsabile non opti per una delle diverse forme di garanzie descritte nel richiamato articolo 24-bis, il GSE, a seconda della data di entrata in esercizio dell'impianto fotovoltaico incentivato, continuerà o inizierà a trattenere le quote a garanzia del corretto smaltimento dei pannelli fotovoltaici, ad eccezione delle fattispecie impiantistiche descritte nel paragrafo 5.1.3, con la inevitabile conseguenza che, la metà dei moduli giunti a fine vita, potranno essere dismessi senza alcun vincolo di legge,

impegna il Governo

ad adottare idonei strumenti normativi volti ad assicurare il corretto smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati secondo i principi e la ratio della normativa di riferimento.
9/3146-AR/130. Caso, Deiana, Maraia.