• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/06371 (5-06371)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-06371presentato daCANTONE Carlatesto diMartedì 6 luglio 2021, seduta n. 535

   CARLA CANTONE, MURA, VISCOMI, GRIBAUDO e LACARRA. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:

   i 152 lavoratori della storica impresa della Brianza, la Giannettiruote, ora Giannetti Fad Wheels, di proprietà del fondo Quantum Capital Partner, sabato 3 luglio 2021, al termine del turno, hanno ricevuto via mail comunicazione dell'avvio della procedura di licenziamento collettivo e delle ferie forzate fino alla chiusura definitiva del sito di Cenano Laghetto;

   la decisione ha colto i lavoratori di sorpresa i lavoratori, anche tenuto conto che molti di loro erano impegnati in turni straordinari e in attività di manutenzione, prestazioni che appaiono non coerenti con tale decisione;

   la Giannetti ruote è una fabbrica che da oltre un secolo produce ruote e cerchioni per marchi internazionali, tra i quali l'Iveco e la Harley-Davidson;

   la scelta della società, associata ad Assolombarda, motivata dalla proprietà con riferimento a una crisi perdurante dello stabilimento, aggravatasi nei mesi della pandemia, risulta in palese contrasto con la lettera e le finalità del recente avviso comune sottoscritto tra il Presidente del Consiglio, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, Cgil, Cisl, Uil, Confindustria, Alleanza delle Cooperative, Confapi in cui le parti si impegnano a raccomandare l'utilizzo degli ammortizzatori sociali in alternativa ai licenziamenti;

   nelle ultime ore, l'amministratore delegato della società si è rifiutato di incontrare i sindaci di Ceriano Laghetto e di Cogliate che si erano presentati al presidio dei lavoratori davanti alla fabbrica, né tantomeno è stata accolta alcuna richiesta di incontro con i lavoratori e i loro rappresentanti sindacali;

   le segreterie nazionali di Fiom, Fim e Uilm hanno chiesto unitariamente un incontro immediato con i Ministri interrogati e con la partecipazione di Assolombarda, per scongiurare la chiusura dello stabilimento e per garantire la salvaguardia dei posti di lavoro –:

   quali urgenti iniziative di competenza il Governo intenda adottare affinché la proprietà della Giannetti Fad Wheel receda dalla decisione della chiusura dello stabilimento di Ceriano Laghetto, anche convocando un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali, la proprietà, Assolombarda e le amministrazioni locali interessate, al fine di far rispettare i contenuti del citato avviso comune sottoscritto, ai massimi livelli, in sede governativa.
(5-06371)