• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/02380 (3-02380)



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-02380presentato daVALBUSA Vaniatesto diMartedì 6 luglio 2021, seduta n. 535

   VALBUSA, MACCANTI, RIXI, CAPITANIO, DONINA, FOGLIANI, FURGIUELE, GIACOMETTI, TOMBOLATO, ZANELLA e ZORDAN. — Al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. — Per sapere – premesso che:

   sono ormai frequenti i fatti di cronaca che riportano le drammatiche morti causate da incidenti avvenuti in mare, nei laghi e in laguna;

   in particolare, il 19 giugno 2021, in un gravissimo incidente sul lago di Garda, una coppia di 2 giovani ha perso la vita;

   verso le 11 di sera, le due vittime stavano rientrando al rimessaggio di Portese a bordo di un'imbarcazione, quando sono stati travolti da un motoscafo che sfrecciava a tutta velocità, sul quale erano a bordo due turisti tedeschi;

   i due turisti sono attualmente indagati dalla procura di Brescia per omicidio colposo e omissione di soccorso;

   come riportato dagli organi di stampa, uno dei due turisti si è rifiutato di sottoporsi all'alcoltest, che, in base a quanto attualmente stabilito dal codice della navigazione, non è obbligatorio quando si tratta di incidenti nautici, mentre l'altro soggetto presente sull'imbarcazione è risultato negativo al test;

   le telecamere del rimessaggio nautico di Salò, che hanno ripreso il motoscafo dei turisti tedeschi mentre rientrava verso le 23,35, mostrano uno dei due turisti barcollare e cadere in acqua, in evidente stato di alterazione;

   le norme interregionali del lago di Garda in materia di limiti di velocità sono le più severe in Europa e, a quanto si apprende dagli organi di stampa i due turisti navigavano a 20 nodi di notte quando il limite previsto per quell'area è di 5 nodi;

   meno di una settimana dopo, il 25 giugno 2021, in un incidente nautico sul lago di Como ha perso la vita un giovane di 22 anni, la cui imbarcazione è stata travolta da un motoscafo di turisti belgi; la dinamica di tale incidente è molto simile a quanto avvenuto sul lago di Garda soltanto pochi giorni prima;

   la turista belga che guidava l'imbarcazione, di 21 anni, è attualmente agli arresti domiciliari e indagata per omicidio colposo e per omissione di soccorso;

   i controlli in mare e nei laghi non dovrebbero servire solo a fini fiscali, ma dovrebbero essere indirizzati anche verso chi supera il limite di velocità e dovrebbe essere dovere di chiunque tenere una navigazione non turbativa;

   le indagini e le iniziative giudiziarie sono naturalmente di esclusiva competenza della magistratura –:

   quali urgenti iniziative di carattere normativo intenda adottare al fine di garantire la sicurezza e la tutela di coloro che navigano nelle acque interne del nostro Paese.
(3-02380)