• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/06265 (5-06265)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-06265presentato daFICARA Paolotesto diLunedì 21 giugno 2021, seduta n. 527

   FICARA, DEL SESTO, MARTINCIGLIO e GRIPPA. — Al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:

   il decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, recante «Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi», convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, e, in particolare, l'articolo 30, comma 14-bis, prevede, a decorrere dall'anno 2020, l'assegnazione ai comuni con popolazione inferiore a 1.000 abitanti, di contributi per la realizzazione di progetti relativi ad interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile;

   con decreto del direttore generale per gli incentivi alle imprese 14 maggio 2019 sono stati assegnati i contributi in favore dei comuni beneficiari;

   il decreto del direttore generale del 1° settembre 2020 ha disciplinato le modalità di attuazione della misura, prevedendo che, in caso di mancato rispetto del termine di inizio dell'esecuzione dei lavori, come individuato ai sensi dell'articolo 1, comma 2, entro il 15 novembre 2020 i comuni beneficiari decadono automaticamente in tutto o in parte dall'assegnazione del contributo;

   l'articolo 9 del suddetto decreto, al comma 2, prevede che il Ministero pubblichi sul proprio sito internet e aggiorni periodicamente l'elenco dei comuni utilizzatori del contributo di cui al decreto stesso, con indicazione dei contributi erogati per ciascuna opera pubblica finanziata, tuttavia, tale elenco non sembrerebbe essere stato pubblicato;

   gli interventi finanziati, come adeguamento e messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale, abbattimento delle barriere architettoniche, installazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e sviluppo territoriale sostenibile, sono di fondamentale importanza soprattutto per i piccoli comuni delle aree interne –:

   se e quanti dei comuni beneficiari della suddetta misura abbiano trasmesso le informazioni richieste ex articolo 5 del sopracitato decreto ai fini dell'erogazione della prima quota e a quanti di essi il contributo sia stato effettivamente erogato.
(5-06265)