• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/09580 (4-09580)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-09580presentato daLONGO Faustotesto diVenerdì 18 giugno 2021, seduta n. 526

   LONGO. — Al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   l'organismo permanente di monitoraggio ed analisi sul rischio di infiltrazioni nell'economia da parte della criminalità organizzata di tipo mafioso ha evidenziato il preoccupante fenomeno di insofferenza generalizzato e di disagio sociale, nel solco di quanto peraltro già emerso dall'inizio della fase pandemica;

   il perdurare dell'emergenza, cui si accampa l'indebolimento delle condizioni di vita specie delle fasce più deboli della popolazione, potrebbe comportare ulteriori forme di strumentalizzazioni da parte della criminalità;

   la Calabria occupa da tempo il primo posto della graduatoria nazionale con una percentuale di 1,95 di omicidi ogni 100 mila abitanti;

   come emerge anche dall'ultima relazione del Ministro dell'interno al Parlamento, una delle primarie fonti di accumulazione delle cosche resta l'estorsione, che vede ora partecipi anche nuove leve criminali, soprattutto nell'area catanzarese, dove si starebbe registrando un processo di avvicinamento a nuove reclute, a dimostrazione della volontà delle cosche del luogo di mantenere alta la pressione sul territorio, attraverso danneggiamenti ed atti intimidatori a commercianti e imprenditori;

   purtroppo, le intimidazioni e le aggressioni si registrano quotidianamente anche in paesi come Tropea – eletto quest'anno borgo dei borghi 2021 –, meta di vacanze di migliaia di italiani e turisti, dove recentemente il 25 maggio 2021 l'imprenditore Andrea Pugliese, intorno alle ore 22.15, lungo il corso Vittorio Emanuele, è stato aggredito e malmenato a calci e pugni da tre individui del posto, e solo grazie alla presenza di un suo amico e al pronto intervento dei Carabinieri, ha riportato una forte contusione alla spalla destra, zigomo sinistro e setto nasale, con una prognosi, dell'ospedale di Tropea, di otto giorni;

   nonostante la presenza dei Carabinieri, le minacce verbali, nei confronti del Pugliese, sono state continue e molto pesanti;

   naturalmente, alcuni giorni dopo, l'aggredito ha presentato, presso il tribunale di Vibo Valentia una dettagliata querela di parte contro gli aggressori –:

   se il Ministro interrogato non ritenga di dover predisporre tutte le iniziative necessarie, per quanto di competenza, affinché le forze dell'ordine su episodi di criminalità come quello esposto in premessa, volti, soprattutto, ad intimidire e a «marcare» il territorio, prendano tutti i dovuti provvedimenti del caso.
(4-09580)