• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/09467 (4-09467)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-09467presentato daVOLPI Ledatesto diMartedì 8 giugno 2021, seduta n. 520

   LEDA VOLPI, EHM, TRANO, CABRAS, SARLI e COLLETTI. — Al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   gli organi di stampa (tra gli altri, Repubblica Genova del 30 maggio 2021) hanno recentemente fatto emergere le forti preoccupazioni legate alla situazione al confine francese di Ventimiglia espresse dalle organizzazioni che si occupano della tutela dei minori e dei migranti: mentre la città è ancora scossa per la vicenda di Moussa Balde, il ventitreenne guineano vittima di percosse a colpi di spranga davanti a un supermercato intemelio il 9 maggio 2021 e poi morto (si ritiene suicida) nel Centro di permanenza per il rimpatrio di Torino pochi giorni dopo, Save The Children e Caritas hanno registrato in città un costante aumento dei flussi migratori paragonabile a quelli pre-pandemia che sarà fonte di ulteriori disagi sociali;

   da quando il Campo Roja, gestito dalla Croce Rossa, è stato chiuso il 31 luglio 2020 nessuna assistenza né accoglienza sono prestate sul territorio ai migranti in transito, neppure per i minori stranieri non accompagnati. Da mesi perciò le persone in cerca di proseguire i loro spostamenti si accampano in luoghi di fortuna, dormendo all'addiaccio o in locali abbandonati, esposti a rischi climatici, di salute, di abusi e sfruttamenti. Solo alcuni di loro trovano conforto presso la Caritas intemelia, che nel solo mese di aprile 2021 ha distribuito 1.504 pasti caldi per i migranti (come riportato da Riviera24, 12 maggio 2021);

   i respingimenti delle autorità francesi di migranti anche minori di età continuano spesso in modo arbitrario, riversando ulteriori persone nel territorio ventimigliese in violazione del diritto francese e internazionale sulla protezione dei minori sull'immigrazione, come riporta Human Rights Watch (si veda Repubblica, 5 maggio 2021);

   come appreso in prima persona dal capo dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione, dottor Michele di Bari, e riportato dagli organi di stampa (La Stampa, Imperia, 27 gennaio 2021) un nuovo centro di accoglienza sarebbe in procinto di essere collocato, sebbene fuori dal territorio di Ventimiglia, come indicato dal prefetto di Imperia Intini. I fondi per finanziare il centro sarebbero disponibili così come cinque milioni di euro riservati dal Ministero ai comuni più esposti sul fronte migratorio;

   l'articolo 117 della Costituzione attribuisce competenza esclusiva allo Stato in materia di immigrazione –:

   se il Ministro sia a conoscenza dei fatti suesposti e quali iniziative intenda porre in essere per fornire assistenza ai migranti in transito in questa prima fase emergenziale, in attesa che il Centro di accoglienza sia realizzato;

   a che punto sia l'iter di realizzazione del nuovo Centro di accoglienza per il quale già a gennaio 2021 il Ministero dell'interno ha individuato i finanziamenti necessari e quali siano gli ostacoli che ne hanno impedito a oggi la realizzazione;

   a quanto ammontino i singoli finanziamenti (per un totale di 5 milioni di euro) per ciascuno dei comuni esposti sul fronte migratorio e se dette somme siano già state erogate.
(4-09467)