• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03099/123    premesso che:     la crisi pandemica da COVID-19 nell'ultimo anno ha determinato notevoli effetti sulla gestione dei rifiuti e sulle attività connesse ai rifiuti urbani e...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03099/123presentato daDEIANA Paolatesto diMartedì 18 maggio 2021, seduta n. 510

   La Camera,
   premesso che:
    la crisi pandemica da COVID-19 nell'ultimo anno ha determinato notevoli effetti sulla gestione dei rifiuti e sulle attività connesse ai rifiuti urbani e speciali;
    secondo il Rapporto l’«Italia del Riciclo 2020» per gli operatori della gestione e riciclo dei rifiuti la priorità nei mesi di emergenza e nei successivi è stata quella di garantire il ritiro dei rifiuti su tutto il territorio nazionale e continuare ad avviarli a riciclo cercando di evitare la saturazione degli impianti e la crisi del sistema generata dal calo della domanda di materiale riciclato;
    per quanto riguarda l'alluminio, nel 2019 si è registrato un calo della percentuale di riciclo realizzata rispetto al precedente esercizio (i quantitativi di rifiuti di imballaggio in alluminio avviati a riciclo sono calati del 5 per cento, attestandosi a 51kt) probabilmente dovuto al fatto che, a seguito del negativo andamento dei prezzi dell'alluminio secondario, nell'ultima parte dell'anno, molti operatori del settore hanno stoccato quantità di materiale non indifferenti aspettando un rialzo delle quotazioni prima di metterlo sul mercato;
   considerato che:
    l'industria italiana del riciclo dell'alluminio detiene una posizione di rilievo nel panorama mondiale per quantità di materiale riciclato attestandosi al terzo posto assieme alla Germania e dopo Stati Uniti e Giappone;
    le attività di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie per il riciclo e il recupero dell'alluminio pre e post consumo sono in continua evoluzione;
    la riciclabilità al 100 per cento e il suo riutilizzo all'infinito costituiscono un importante contributo alla riduzione di emissioni nell'atmosfera in linea con il protocollo di Kyoto,

impegna il Governo:

   a valutare la possibilità di prevedere, nel prossimo provvedimento utile, forme di investimento per il rafforzamento della capacità impiantistica che favoriscano l'installazione di tecnologie per il potenziamento della selezione e avvio al riciclo dell'alluminio piccolo e leggero;
   a prevedere, inoltre, una semplificazione normativa e burocratica e un'accelerazione dei processi autorizzativi intrapresi dalle aziende del settore che al momento richiedono procedure complesse e dalla lunga durata.
9/3099/123. Deiana.