• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/05238 LEZZI, MORRA, MORONESE, LA MURA, ABATE, ANGRISANI, GRANATO - Ai Ministri del lavoro e delle politiche sociali e dello sviluppo economico. - Premesso che in data 24 marzo 2021 l'azienda...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-05238 presentata da BARBARA LEZZI
mercoledì 7 aprile 2021, seduta n.312

LEZZI, MORRA, MORONESE, LA MURA, ABATE, ANGRISANI, GRANATO - Ai Ministri del lavoro e delle politiche sociali e dello sviluppo economico. - Premesso che in data 24 marzo 2021 l'azienda ArcelorMittal ha inviato ad alcuni operai una raccomandata con contestazioni disciplinari con immediata sospensione dell'attività lavorativa, interdizione ai luoghi di lavoro e richiesta di giustificazioni entro 5 giorni. L'azienda contesta agli operai destinatari del procedimento di aver condiviso e invitato alla visione, attraverso i propri profili social, la miniserie televisiva "Svegliati amore mio", che ha come protagonista una madre costretta a curare la figlia affetta da leucemia in una città in cui opera un'acciaieria. L'azienda sostiene, inoltre, di essere stata oggetto di espressioni che ne ledono l'immagine e la reputazione aziendale;

considerato che:

i fatti narrati nella fiction non si riferiscono alla fabbrica ex Ilva ora ArcelorMittal e, qualora ci fossero dei riferimenti, sarebbero da attribuire a fatti e circostanze risalenti a circa 10 anni fa quindi durante la gestione della famiglia Riva;

gli operai non hanno fatto alcun riferimento alla fabbrica in cui svolgono il loro lavoro;

l'azienda non è nuova a metodi con i quali si incute terrore. Non molto tempo fa, un altro lavoratore fu accusato di aver posto in essere un comportamento di fatto mai assunto, tanto che il giudice del lavoro ha disposto il reintegro dell'operaio e il versamento delle indennità relative al periodo di sospensione,

si chiede di sapere se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza della vicenda e quali azioni intendano intraprendere al fine di salvaguardare i diritti degli operai della multinazionale che, peraltro, si è impegnata ad alti livelli istituzionali con un accordo con cui anche lo Stato entra nella gestione della fabbrica.

(4-05238)