• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/08729 (4-08729)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-08729presentato daFIORINI Benedettatesto diVenerdì 26 marzo 2021, seduta n. 475

   FIORINI, MORRONE, TOMASI, MURELLI e TONELLI. — Al Ministro della giustizia, al Ministro della salute. — Per sapere – premesso che:

   il protrarsi della pandemia da Covid-19 trova anche nelle carceri una significativa diffusione;

   è notizia di questi giorni che nel carcere di Reggio Emilia, nell'ultimo periodo, la diffusione del Coronavirus ha registrato un rialzo di casi positivi, che desta preoccupazione, soprattutto tra il personale dipendente e i detenuti; si tratta di un focolaio in continuo aumento nei numeri e di agenti di polizia penitenziaria difficilmente sostituibili anche in caso di malattia o isolamento domiciliare;

   la situazione rischia di degenerare ulteriormente; gli agenti stanno svolgendo un lavoro di negoziato continuo a causa dell'organico ridotto all'osso già prima della pandemia, che ora si sta riducendo sempre di più: sono tanti gli operatori contagiati (agenti di polizia penitenziaria, ma anche personale amministrativo, educatori, personale sanitario) e tanti quelli costretti a casa in regime di isolamento domiciliare perché entrati in contatto con positivi;

   risulta ad oggi di 12 agenti positivi di cui uno in ospedale e di 26 agenti in isolamento. Considerando tutto il personale, gli assenti sono circa 60, non sostituiti. Al lavoro dovrebbero essere in 150;

   per precauzione sono stati chiusi tutti i reparti, tranne due, che hanno la sede in edifici separati dove i detenuti possono uscire dalle celle;

   è, quindi, necessario che la situazione dei contagi all'interno della casa circondariale La Pulce sia affrontata con la massima tempestività per garantire la sicurezza sanitaria di tutti i soggetti che operano dentro e fuori la struttura –:

   se e quali iniziative di competenza, in particolare modo da parte del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, si intendano intraprendere per accertare i casi di contagio evidenziati in premessa e per prevenire i nuovi;

   se non si ritenga di effettuare maggiori screening e di procedere con il monitoraggio periodico per tutto il personale;

   se non sia opportuno sopperire alla carenza di personale in organico, conseguente a motivi di salute e/o di quarantena da Covid-19, inviando nuovo ed ulteriore personale.
(4-08729)