• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/05559 (5-05559)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-05559presentato daTONDO Renzotesto diMartedì 23 marzo 2021, seduta n. 473

   TONDO. — Al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che:

   l'interrogante, con l'interrogazione n. 5-03086, ha chiesto al Ministero della difesa se non intendesse rendere noti i protocolli della documentazione sanitaria riferita a Francesco Rinaldelli, deceduto nel 2008;

   il sottosegretario pro tempore Tofalo ha affermato che la domanda non poteva essere accolta in quanto tutta la documentazione sanitaria, ovunque esistente presso strutture pubbliche e private, è stata sottoposta a decreto di sequestro, aggiungendo che erano attesi sviluppi della vicenda sui quali sviluppare una positiva interlocuzione;

   l'interrogante, con l'interrogazione n. 5-03349, a chiesto se il Ministero della difesa fosse in possesso della documentazione prima del sequestro;

   in risposta il Ministero ha affermato che la documentazione era disponibile presso gli uffici del centro documentale (ex distretto militare) di Ancona;

   Andrea Rinaldelli, padre di Francesco Rinaldelli, ha fatto relativa domanda di accesso a tale documentazione;

   il Comando militare dell'Esercito Marchesa consegnato la totalità della documentazione sanitaria disponibile relativa a Francesco Rinaldelli, ad Andrea Rinaldelli, per il tramite del suo avvocato;

   Francesco Rinaldelli aveva eseguito un esame emocromocitometrico completo, nel quale si evidenzia una lieve leucocitosi neutrofila e lievemente ancora presente anche negli esami pre-chemio del 15 novembre 2004;

   nel parere medico-legale dello Stato Maggiore viene ribadito che: «[...] non risulta che il Rinaldelli abbia allegato in sede di visita di incorporamento e né successivamente tale esame» e «Né in sede di incorporamento è previsto che vengano effettuati accertamenti ematochimici»;

   all'interrogante risulta che, nei bandi di concorso per l'arruolamento per il 2004, pubblicati nel corso del 2003, con i quali Francesco Rinaldelli è stato arruolato, venivano disposti accertamenti fisio-psico-attitudinali, da parte del Ministero della difesa, tra i quali un emocromo completo, ed anche che tale documentazione non sia stata formalmente richiesta al momento della convocazione per la visita medica propedeutica all'arruolamento;

   l'interrogante, nel confrontare la documentazione consegnata ad Andrea Rinaldelli, con quanto richiesto nell'interrogazione e quanto sequestrato dalla procura, non riscontra la presenza di documentazione medico-sanitaria inerente ad un emocromo completo o comunque ad esami ematochimici;

   Andrea Rinaldelli ha provato a chiedere un incontro ufficiale al sottosegretario pro tempore Tofalo con esito negativo –:

   se non sia necessario chiarire le ragioni per le quali non è stato disposto un emocromo completo come previsto dai bandi di concorso nei confronti di Francesco Rinaldelli.
(5-05559)