• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/04174 (4-04174)



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 14 gennaio 2021
nell'allegato B della seduta n. 451
4-04174
presentata da
FRASSINETTI Paola

  Risposta. — Con riferimento a quanto evidenziato nell'atto di sindacato ispettivo in oggetto si comunica quanto segue.
  L'articolo 2 del decreto del Capo della Polizia del 25 gennaio 2019 – concernente l'organizzazione degli uffici periferici dell'amministrazione della pubblica sicurezza nella provincia di Monza e della Brianza – ha disposto la soppressione del distaccamento della Polizia stradale di Seregno e l'istituzione della sezione della Polizia Stradale di Monza e Brianza.
  Con il citato decreto, che ha tra l'altro delineato le dotazioni organiche della nuova sezione e ha disposto le conseguenti assegnazioni, è stato stabilito che l'istituenda sezione della Polizia stradale si sarebbe avvalsa del personale già in servizio presso il soppresso distaccamento di Seregno.
  Dopo la chiusura di quest'ultimo, i servizi continuativi di vigilanza stradale sulla S.S. 36, già assicurati nell'arco delle 24 ore mediante l'impiego di pattuglie dalle sezioni Polizia stradale di Milano, Lecco e Sondrio, sono stati effettuati anche dalle pattuglie della sezione di Monza-Brianza. Pertanto, sotto il profilo della vigilanza stradale e del presidio del territorio non si sono registrate carenze.
  Infatti, la sezione Polizia stradale di Monza-Brianza, con un organico effettivo di 29 unità è in grado di garantire mediamente la presenza di due pattuglie al giorno sulla predetta arteria, mantenendo inalterati i livelli di servizio realizzati in precedenza dal distaccamento di Seregno.
  È già stato programmato un ulteriore incremento di personale in occasione delle prossime assegnazioni.
  Con riguardo al comune di Seregno, il sindaco ha comunicato al Dipartimento della pubblica sicurezza di voler avviare il percorso per attivare un presidio di Polizia ferroviaria, richiesta che sarà oggetto di preliminare valutazione da parte dell'Autorità provinciale di pubblica sicurezza.
Il Viceministro dell'interno: Matteo Mauri.