• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/04725 MININNO, ROMANO - Al Ministro della difesa. - Premesso che: ai sensi dell'articolo 878 del codice dell'ordinamento militare, di cui al decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, i...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-04725 presentata da CATALDO MININNO
martedì 12 gennaio 2021, seduta n.290

MININNO, ROMANO - Al Ministro della difesa. - Premesso che:

ai sensi dell'articolo 878 del codice dell'ordinamento militare, di cui al decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, i volontari in ferma prefissata delle forze armate sono militari in servizio temporaneo e, come tali, non sono legati a rapporto di impiego, ma solo a rapporto di servizio per la durata della loro ferma;

ai sensi del comma 1 dell'articolo 954, i volontari in ferma prefissata di un anno possono essere ammessi, a domanda, a due successivi periodi di rafferma, ciascuno della durata di un anno;

ai sensi dell'articolo 700, possono partecipare ai concorsi per il reclutamento dei volontari in ferma prefissata quadriennale i volontari in ferma prefissata di un anno, ovvero in rafferma annuale, in servizio o in congedo;

ai sensi dell'articolo 701 del codice, i volontari sono ammessi alla ferma prefissata quadriennale con il grado di caporale ovvero di comune di prima classe o di aviere scelto;

ai volontari in ferma prefissata di un anno, anche se in rafferma o in prolungamento della ferma per esigenze concorsuali, non compete alcun recupero compensativo, nel caso in cui la loro attività lavorativa si protragga oltre il normale orario di servizio, ad eccezione dei recuperi psicofisici, di natura non retributiva;

ai volontari in ferma prefissata quadriennale compete il recupero compensativo pari a un terzo dell'attività lavorativa effettuata oltre l'orario normale di servizio e il recupero pieno nel rapporto uno a uno per i servizi presidiari e di caserma, anche non armati, effettuati oltre il normale orario di lavoro;

con provvedimento della Direzione generale per il personale militare del 5 agosto 2020 è stata definita la graduatoria dei vincitori dell'Aeronautica militare relativa al concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento, per il 2019, di 1.753 volontari in ferma prefissata quadriennale nelle forze armate;

i vincitori in costanza di servizio sono stati immessi nel ruolo di volontari in ferma quadriennale con il grado di aviere scelto con decorrenza giuridica e amministrativa dall'8 ottobre 2019;

considerato che:

per quanto risulta agli interroganti in alcuni reparti dell'Aeronautica militare al personale vincitore è stato riconosciuto il diritto al recupero compensativo solo dal 5 agosto 2020 invece che dall'8 ottobre 2019;

questa applicazione delle norme è suscettibile di generare un elevato contenzioso con l'amministrazione, dal momento che l'eventuale ritardo delle procedure concorsuali non può ripercuotersi sui diritti del lavoratore militare,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo intenda intervenire al fine di garantire al personale vincitore di concorso per il passaggio a volontario in ferma prefissata quadriennale, in costanza di servizio, l'applicazione dei diritti legati al nuovo status, compresa la fruizione del recupero compensativo, dalla data di anzianità giuridica e non da quella di emissione del provvedimento della Direzione generale.

(4-04725)