• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/02045/001/ ... Il Senato, in sede di esame del disegno di legge recante: «Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 novembre 2020, n. 150, recante misure urgenti per il rilancio...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/2045/1/12 presentato da GELSOMINA VONO
giovedì 17 dicembre 2020, seduta n. 190


Il Senato,

in sede di esame del disegno di legge recante: «Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 10 novembre 2020, n. 150, recante misure urgenti per il rilancio del servizio sanitario della regione Calabria e per il rinnovo degli organi elettivi delle regioni a statuto ordinario»;

premesso che:

il decreto in oggetto prevede la proroga, seppure con cambio di nominativo relativamente al commissario ad acta per la sanità calabrese, di un commissariamento che permane da ben più di un decennio, senza alcun risultato visibile e di riscontro per i servizi sanitari della regione, né tanto meno la realizzazione del piano di rientro e addirittura senza, aver accertato l'ammontare esatto dei debiti accumulati negli anni, e del deficit sanitario aumentato anche durante il commissariamento;

prevede altresì ulteriori nomine dei subcommissari che dovrebbero affiancare il commissario, in numero non superiore a tre, senza tener conto della legge n.119/2018 che indica esattamente qualifiche e competenze da possedere;

proroga, malgrado la competenza sia, in base alla Costituzione, della Regione e ritenendo quindi di assumersi poteri che non competono anche difronte ad un Governo regionale che sarà presto legittimamente eletto, il commissariamento per altri due anni con possibilità di ulteriore prolungamento senza una verifica degli obiettivi che sia efficace sul piano delle responsabilità e addirittura prevede, oltre alla retribuzione dovuta al commissario, una sorta di premio speciale pari a ?.50.000 (euro cinquantamila/00);

modifica, a distanza di pochi mesi, le disposizioni, votate con la fiducia e quindi condivise nel maxi emendamento governativo, in materia di semplificazione del decreto n.35/2019 che restituiva le competenze alla SUA della regione Calabria estromessa dalle proprie funzionalità senza che ricorresse alcun motivo di fatto e di diritto introducendo la possibilità di svolgere le gare sopra soglia anche da parte delle regioni limitrofe e quindi restringendo le possibilità di azione e competenze naturali della SUA della regione Calabria permettendo la prosecuzione di gare scadute e prorogate con aumento di costi e tempi;

impegna il Governo:

a verificare le legittimità costituzionali e di legge relativamente alle prossime nomine dei sub commissari;

a valutare l'opportunità di ridurre i tempi di durata della proroga del commissariamento prevedendo un accompagnamento al nuovo governo regionale con restituzione della legittima competenza;

a verificare lo stato degli appalti e gare sopra soglia e i relativi importi per evitare ulteriori proroghe illegittime di gare scadute e valutando di ripristinare le funzionalità e le competenze della stazione unica appaltante della regione Calabria.
(0/2045/1/12)
Vono, Magorno, Bonifazi, Carbone, Comincini, Conzatti, Cucca, Faraone, Garavini, Ginetti, Grimani, Marino, Nencini, Parente, Sbrollini, Sudano