• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02828/036    premesso che:     gli articoli 9, 9-bis e 9-ter, comma 1, stabiliscono disposizioni rispettivamente relative all'abolizione del versamento della seconda rata dell'IMU 2020 per...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02828/036presentato daLOLINI Mariotesto diVenerdì 18 dicembre 2020, seduta n. 443

   La Camera,
   premesso che:
    gli articoli 9, 9-bis e 9-ter, comma 1, stabiliscono disposizioni rispettivamente relative all'abolizione del versamento della seconda rata dell'IMU 2020 per gli immobili e le relative pertinenze in cui si svolgono le attività imprenditoriali interessate dalla sospensione disposta col decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 24 ottobre 2020 in ragione dell'aggravarsi dell'emergenza sanitaria, alla cancellazione della seconda rata IMU per l'anno 2020 ad ulteriori categorie di immobili; sostanzialmente dove si svolgono attività di vendita al dettaglio e servizi alla persona, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività esercitate e si trovino nei comuni delle aree con scenario di massima gravità e livello di rischio alto, nonché all'esenzione dal pagamento dell'IMU 2020, disposta dai decreti-legge emergenziali per alcuni immobili produttivi a condizione che siano anche gestori delle attività economiche interessate dalle norme di esenzione;
    esistono, però, delle difficoltà in ambito familiare, per la gestione dei terreni agricoli, relativamente al pagamento su essi dell'IMU anche nel caso di concessione in godimento del terreno posseduto da imprenditore agricolo professionale (IAP) e/o coltivatore diretto (ad esempio il genitore) a favore del coniuge o dei parenti entro il terzo grado, che vengono, quindi, esposti alle gravose conseguenze del pagamento dell'imposta;
    tale situazione non favorisce certo, in particolare in questo periodo emergenziale, lo sviluppo di politiche di ammodernamento del settore, né agevola il passaggio generazionale necessario in taluni casi per la competitività delle imprese agricole,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità, nel rispetto dei saldi di finanza pubblica, di prevedere che le agevolazioni in materia di IMU si applichino anche nel caso di terreni agricoli in godimento a favore del coniuge o dei parenti in linea retta entro il terzo grado in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale o coltivatore diretto, iscritti alla relativa previdenza agricola.
9/2828/36. (Testo modificato nel corso della seduta) Lolini, Golinelli, Viviani, Bubisutti, Cecchetti, Gastaldi, Liuni, Loss, Manzato.