• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02828/091    premesso che:     il provvedimento all'esame dell'Assemblea reca variegate misure di sostegno ai lavoratori ed alle imprese colpiti dalla grave crisi economica, conseguenza...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02828/091presentato daZANETTIN Pierantoniotesto diVenerdì 18 dicembre 2020, seduta n. 443

   La Camera,
   premesso che:
    il provvedimento all'esame dell'Assemblea reca variegate misure di sostegno ai lavoratori ed alle imprese colpiti dalla grave crisi economica, conseguenza delle misure di contenimento adottate per far fronte al dilagare della pandemia da COVID-19;
    in particolare, l'attuale situazione di emergenza sanitaria e le conseguenti disposizioni organizzative delle udienze hanno comportato un grave pregiudizio ai magistrati onorari a causa del drastico calo delle attività remunerate consentite, secondo un sistema, basato sul cottimo;
    i recenti interventi normativi, che hanno consentito di celebrare le udienze in misura contingentata, hanno, infatti, inevitabilmente inciso sulle componenti variabili legate al provvedimento ed alla durata dell'udienza stessa, stante la necessaria riduzione dei procedimenti da trattare;
    tale situazione è resa più drammatica dalla alternanza tra stati di quarantena, malattia conclamata da parte dei magistrati onorari e dei loro familiari, che determina spesso la obbligatoria astensione dalle attività, e dunque assenza totale di retribuzione;
    la questione dei magistrati onorari è già stata portata all'attenzione delle forze di maggioranza e del Governo in occasione dell'esame di altri provvedimenti, sedi nelle quali, a seguito dell'invito al ritiro della relativa proposta emendativa ed in un'ottica di agere da opposizione Responsabile, pare indispensabile che il Governo prenda atto dello stato di oggettiva difficoltà di tale categoria di lavoratori;
    la natura fittiziamente autonoma della attività dei magistrati onorari, oltre ad essere illegittima rispetto ai prìncipi giuslavoristici europei e alla Costituzione italiana, non può determinare una totale assenza di assistenza e tutela sanitaria – soprattutto in un periodo di grave emergenza sanitaria quale quello attuale – e necessita di una compensazione, garantendo agli stessi una quota fissa mensile che consenta loro di assicurarsi un premio assicurativo privato analogo ad una iscrizione a qualsiasi ente previdenziale o Cassa Forense;
    detto contributo mensile consentirebbe a tutta la categoria dei Magistrati Onorari il versamento di un premio assicurativo idoneo a coprire i rischi derivanti dalla necessaria quotidiana esposizione al contagio durante le udienze e l'espletamento delle varie attività giudiziarie che, soprattutto, nel settore penale non sono del tutto sostituibili con funzioni remote;
    il contributo avrebbe, inoltre, una componente indennitaria (ristoratoria) per i mancati guadagni e per le maggiori spese necessarie per gli acquisti di materiale strumentale, non forniti dal Ministero ai magistrati onorari,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di adottare, con urgenza, idonee misure di sostegno economiche atte a garantire ai magistrati onorari una forma di indennizzo che garantisca le necessarie risorse per far fronte alla riduzione dei compensi connessa alla diminuzione delle loro attività lavorative.
9/2828/91. (Testo modificato nel corso della seduta) Zanettin, Cassinelli, Pittalis.