• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/04544 RICCARDI, PELLEGRINI Emanuele, PERGREFFI, SAPONARA, FERRERO, ZULIANI, BRIZIARELLI, PUCCIARELLI, BAGNAI, FREGOLENT, STEFANI, PIANASSO, CANTU', URRARO, RUFA, CANDURA, LUNESU, CAMPARI,...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-04544 presentata da ALESSANDRA RICCARDI
mercoledì 2 dicembre 2020, seduta n.279

RICCARDI, PELLEGRINI Emanuele, PERGREFFI, SAPONARA, FERRERO, ZULIANI, BRIZIARELLI, PUCCIARELLI, BAGNAI, FREGOLENT, STEFANI, PIANASSO, CANTU', URRARO, RUFA, CANDURA, LUNESU, CAMPARI, AUGUSSORI - Al Ministro dell'interno. - Premesso che:

con l'art. 103, comma 6, del decreto-legge del 17 marzo 2020, n. 18, è stato predisposto il blocco degli sgomberi fino al 30 giugno 2020, termine successivamente prorogato, in sede di conversione, al 1° settembre 2020, e l'art. 17-bis del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, lo ha ulteriormente prorogato al 31 dicembre 2020, rendendo di fatto impossibile l'esecuzione di sloggi anche per motivi di pubblica sicurezza;

oltre alle abitazioni abusivamente occupate, sono numerosi sull'intero territorio nazionale gli immobili aventi destinazioni d'uso differenti, che vengono occupati da gruppi di persone che vi stabiliscono la loro dimora abituale o occasionale. Si fa riferimento a capannoni, ex fabbriche, uffici dismessi e comunque immobili che sono in stato di fatiscenza a causa del mancato uso;

la cronaca testimonia che questi immobili occupati abusivamente diventano troppo spesso anche il luogo ideale per il proliferare di attività di violenza, di spaccio di sostanze stupefacenti e di molte altre attività illegali;

si sono verificati casi in cui non è stato possibile eseguire da parte dei sindaci o delle proprietà sloggi per motivi di pubblica sicurezza: l'ultimo episodio si è verificato nei giorni scorsi in un edificio a Cinisello Balsamo, importante comune a nord di Milano. Nella circostanza, a seguito di una segnalazione, le forze dell'ordine hanno sorpreso, in quella che è stata allestita come dimora, 5 persone di origine romena nei pressi di un barbecue improvvisato. Della presenza degli abusivi era già al corrente il Comune che aveva tentato di risolvere la situazione senza tuttavia ottenere i risultati sperati. Le forze dell'ordine non hanno potuto effettuare alcuna operazione di sgombero dei locali, perché fino al 31 dicembre tali operazioni sono sospese dalle decisioni adottate dal Governo nell'ambito delle misure poste in essere per fronteggiare l'emergenza da COVID-19,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza del numero complessivo e delle condizioni igienico-sanitarie dei locali attualmente occupati abusivamente, siano essi abitazioni, capannoni o strutture di diverso genere e quale sia la linea programmatica che intende attuare per combattere adeguatamente questo fenomeno;

se non ritenga importante, anche in questo periodo di crisi pandemica, ripristinare la possibilità di sgombero per le forze dell'ordine di immobili occupati abusivamente per garantire la legalità, la sicurezza pubblica e scongiurare possibili incidenti dovuti all'inagibilità di questi immobili, nonché possibili reati posti in essere al loro interno.

(4-04544)