• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/04314 URRARO - Ai Ministri dell'interno e della salute. - Premesso che: all'interno del centro di accoglienza straordinaria "Il Rosone Srl" a Terzigno (Napoli), che attualmente ospita 70...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-04314 presentata da FRANCESCO URRARO
mercoledì 28 ottobre 2020, seduta n.269

URRARO - Ai Ministri dell'interno e della salute. - Premesso che:

all'interno del centro di accoglienza straordinaria "Il Rosone Srl" a Terzigno (Napoli), che attualmente ospita 70 migranti, si sono riscontrati alcuni casi di positività al virus COVID-19, ed è stato quindi previsto l'isolamento, secondo le disposizioni vigenti anti contagio;

la situazione è divenuta immediatamente insostenibile: gli ospiti non solo si rifiutano di rispettare i protocolli sanitari previsti (rifiutano l'isolamento, il mantenimento della distanza, la mascherina), mettendo quindi a rischio la salute di tutte le altre persone del centro, ma arrivano a minacciare ed intimidire il personale sanitario, a danneggiare la struttura e a creare disordini anche molto preoccupanti;

pochi giorni fa, circa 60 migranti si sono allontanati senza autorizzazione dal centro di accoglienza per dirigersi nei paesi limitrofi, dove sono stati rintracciati dalle forze dell'ordine;

i cittadini della zona sono comprensibilmente preoccupati per la situazione: sia per il rischio contagio, sia per i problemi di ordine pubblico. Episodi similari si verificano con troppa frequenza sul nostro territorio e non è pensabile che le forze dell'ordine debbano essere impegnate giorno e notte a presidiare centri di accoglienza di persone che rifiutano di rispettare le regole;

agire con fermezza nei confronti degli immigrati che non rispettano pedissequamente le misure di contenimento del contagio e vigilare su chi è responsabile della loro applicazione è un atto dovuto: non è tollerabile che ai problemi legati all'immigrazione si sommino quelli legati al contagio del virus,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo non ritenga di dover potenziare i controlli in materia di gestione dei centri di accoglienza ed intervenire con risolutezza nelle situazioni in cui non vengono rispettate le regole, per ripristinare l'ordine pubblico e la sicurezza sul nostro territorio;

nel caso specifico, come intenda garantire il diritto alla salute agli ospiti della struttura nel rispetto delle disposizioni in materia di contagio da COVID-19, agli operatori del centro e a tutti i cittadini della zona che, loro malgrado, sono esposti a rischi che potrebbero essere evitati.

(4-04314)