• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/06989 (4-06989)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-06989presentato daMACCANTI Elenatesto diVenerdì 2 ottobre 2020, seduta n. 402

   MACCANTI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

   agli interroganti giungono numerose insistenti segnalazioni in ordine alla pratica – in uso nella città di Torino – di elevare sanzioni per l'attraversamento di un incrocio con semaforo rosso (ex articolo 146, comma 3, del codice della strada), rilevato con il sistema cosiddetto «T-red», anche alle associazioni di volontariato impiegate in servizio di emergenza, nonostante lo stesso codice della strada (articolo 177, comma 2) preveda espressamente una deroga in tal senso per i conducenti delle ambulanze «nell'espletamento di servizi urgenti di istituto, qualora usino congiuntamente il dispositivo acustico supplementare di allarme e quello di segnalazione visiva a luce lampeggiante blu»;

   stando alle segnalazioni provenienti dagli operatori del settore, l'erronea elevazione della sanzione sarebbe dovuta alla difficoltà del sistema cosiddetto «T-red», installato nelle strade di Torino, di rilevare l'accensione del sistema di segnalazione visiva a luce lampeggiante blu;

   alla sanzione pecuniaria indebitamente elevata per la violazione accertata, consegue altresì la decurtazione di 6 punti dalla patente per il conducente del mezzo;

   mentre in sede di ricorso giurisdizionale le associazioni di volontariato sono giustamente in grado di ottenere l'annullamento della sanzione pecuniaria indebitamente elevata, la decurtazione dei punti dalla patente – da parte del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – ha invece luogo, senza che gli autisti volontari delle ambulanze possano ottenere il ripristino dello status quo ante in ordine al numero di punti posseduti –:

   se e quali iniziative di competenza intenda adottare per risolvere questo cortocircuito normativo e amministrativo che porta ad un'indebita e ingiusta vessazione a carico degli autisti volontari delle ambulanze.
(4-06989)