• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/06931 (4-06931)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-06931presentato daMACCANTI Elenatesto presentato Martedì 29 settembre 2020 modificato Mercoledì 30 settembre 2020, seduta n. 401

   MACCANTI, CAPITANIO, DONINA, FURGIUELE, GIACOMETTI, MORELLI, RIXI, TOMBOLATO e ZORDAN. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

   l'articolo 10-bis del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 febbraio 2019, n. 12, ha novellato la disciplina in materia di autoservizi pubblici non di linea (ovverosia taxi e Ncc), di cui alla legge-quadro 15 gennaio 1992, n. 21;

   l'articolo 11, comma 4, della legge-quadro n. 21 del 1992, per come modificato dal surrichiamato articolo 10-bis del decreto-legge n. 135 del 2018, ha introdotto l'obbligo – per il solo servizio di noleggio con conducente – di compilazione e tenuta da parte del conducente di un foglio di servizio in formato elettronico, demandando la definizione delle specifiche al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti con proprio decreto, entro il 30 giugno 2019, giusta previsione del comma 2 del medesimo articolo 10-bis, nelle more dell'adozione del quale decreto, «il foglio di servizio elettronico è sostituito da una versione cartacea dello stesso»;

   il comma 3 del citato articolo 10-bis del decreto-legge n. 135 del 2018 ha previsto l'istituzione – presso il Centro elaborazione dati del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – di un registro informatico pubblico nazionale delle imprese titolari di licenza per il servizio taxi e di quelle di autorizzazione per il servizio di noleggio con conducente, demandando ad un decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti l'individuazione delle specifiche tecniche di attuazione e delle modalità di iscrizione al registro da parte delle imprese;

   il comma 8 del citato articolo 10-bis del decreto-legge n. 135 del 2018 ha altresì demandato ad un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti e del Ministro dello sviluppo economico, la disciplina dell'attività delle piattaforme tecnologiche di intermediazione che intermediano tra domanda e offerta di autoservizi pubblici non di linea;

   a distanza di oltre 18 mesi dall'entrata in vigore delle disposizioni fin qui richiamate nessuno dei provvedimenti attuativi è stato adottato, lasciando gli operatori degli autoservizi pubblici non di linea in un regime di totale incertezza normativa;

   per quanto concerne, in particolare, il termine – ancorché ordinatorio – per la definizione da parte del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti delle specifiche tecniche del foglio di servizio elettronico, esso è decorso inutilmente –:

   se il Ministro interrogato intenda fornire informazioni in ordine all'adozione, non più procrastinabile, dei decreti attuativi previsti dai commi 2, 3 e 8 dell'articolo 10-bis del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 febbraio 2019, n. 12.
(4-06931)