• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/04482 (5-04482)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-04482presentato daCATTANEO Alessandrotesto diGiovedì 30 luglio 2020, seduta n. 383

   CATTANEO. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

   in provincia di Pavia, ed in particolare in Lomellina, da tempo si attende l'avvio di un importante progetto teso alla realizzazione di una superstrada che agevoli i collegamenti di Vigevano con la città di Milano e con l'aeroporto Milano-Malpensa;

   la superstrada è un'opera da tempo promossa, voluta e sostenuta da tutte le associazioni di categoria del territorio fra le quali in primis Assolombarda, dai sindaci del territorio e delle città di Vigevano e Abbiategrasso, nonché da cittadini e dalle imprese;

   l'obiettivo della superstrada è migliorare il collegamento fra Milano e Malpensa, connettendo la strada statale 11 «Padana Superiore» a Magenta con la Tangenziale ovest di Milano, nonché con Vigevano, fino al nuovo ponte sul fiume Ticino che avrebbe così il suo naturale collegamento;

   come evidenziato in studi compiuti dall'università di Pavia i «costi del non fare» sono significativamente maggiori dell'investimento necessario per realizzare l'opera e sono pari a 162 milioni di euro all'anno;

   come evidenziato e certificato da primarie società di consulenza, la nuova opera, da un punto di vista ambientale, rendendo più scorrevole il traffico, consentirebbe di ridurre la concentrazione degli agenti inquinanti nei centri abitati;

   la sentenza del Tar che ha inciso sulla delibera CIPE di autorizzazione dell'opera di fatto per l'interrogante è l'ennesimo colpo inferto ad un'opera strategica che, a distanza di quasi vent'anni dalla «legge obiettivo» (legge 21 dicembre 2001, n. 443) che aveva inserito l'infrastruttura tra quelle di accessibilità a Malpensa 2000, ha sempre avuto una storia travagliata per l'opposizione ideologica di parte di quella politica che ancora è a priori contro le infrastrutture;

   nella cittadinanza e nelle amministrazioni aumentata la preoccupazione rispetto alla possibilità che questo progetto possa rimanere bloccato ancora a lungo, anche alla luce del fatto che l'opera non risulta nell'elenco di quelle inserite nell'allegato infrastrutture al Programma nazionale di riforma «Italia Veloce» –:

   quali iniziative di competenza intenda assumere il Ministro interrogato al fine di consentire il passaggio alla fase esecutiva dell'opera.
(5-04482)