• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/03916 MININNO, ORTIS, ROMANO, DI MICCO, CASTIELLO - Al Ministro della difesa. - Premesso che: nell'ambito delle misure di sorveglianza sanitaria e precauzionali adottate per prevenire,...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-03916 presentata da CATALDO MININNO
testo presentato
Mercoledì 29 luglio 2020
modificato
giovedì 30 luglio 2020, seduta n.247

MININNO, ORTIS, ROMANO, DI MICCO, CASTIELLO - Al Ministro della difesa. - Premesso che:

nell'ambito delle misure di sorveglianza sanitaria e precauzionali adottate per prevenire, contenere e mitigare la diffusione dell'epidemia da COVID-19, sulla base del principio di massima cautela per la salvaguardia della salute pubblica ed individuale, il personale delle forze armate inviato o al rientro nei e dai teatri operativi, è sottoposto ad un periodo di isolamento cautelativo controllato (ICC) di 14 giorni;

l'Aeronautica militare, al fine di ospitare il personale in isolamento, ha individuato i seguenti enti: 4ª brigata telecomunicazioni e sistemi per la difesa aerea di Borgo Piave, 46ª brigata aerea di Pisa, 2° stormo di Rivolto, 4° stormo di Grosseto, 36° stormo di Gioia del Colle, 37° stormo di Trapani, 51° stormo di Istrana, comando aeroporto di Vigna di Valle;

il personale in partenza, al termine dell'isolamento presso uno degli enti di ICC, nel caso di risultato negativo del tampone oro-rinofaringeo, viene trasferito presso l'aeroporto di partenza per invio in teatro operativo;

il personale che rientra dai teatri operativi viene sottoposto a tampone presso il campo "Castrum" di Pratica di Mare (Roma) e, in caso di esito negativo, sceglie di raggiungere il reparto di appartenenza, il proprio domicilio o uno degli enti di ICC per effettuare l'isolamento di 14 giorni;

il personale dell'Aeronautica militare comandato all'effettuazione dell'ICC presso strutture di forza armata viene posto in licenza straordinaria, con vitto e alloggio a carico dell'amministrazione;

l'Aeronautica militare prevede l'invio del proprio personale con certificato di viaggio "solo viaggio" dalla località di servizio alla località di isolamento, escludendo la corresponsione dell'indennità di missione;

considerato che:

il personale comandato all'effettuazione dell'ICC presso strutture di forza armata è, di fatto, accasermato;

le direttive del comando operativo di vertice interforze (COI) prevedono che al personale in ICC presso il proprio ente di appartenenza sia corrisposto il compenso forfettario di impiego (CFI), trattandosi di servizio funzionale e necessario all'immissione in teatro operativo e presentando i requisiti di impiego prolungato e continuativo oltre il normale orario di lavoro, senza soluzione di continuità per almeno 48 ore, con obbligo di rimanere disponibili nell'ambito dell'unità operativa, mentre al personale in ICC presso una struttura militare o civile in sede diversa da quella di servizio sia corrisposta, in aggiunta al CFI, l'indennità di missione per servizio isolato ovvero quella supplementare di marcia qualora il drappello sia composto da almeno 10 militari,

si chiede di sapere se il Ministro in indirizzo intenda intervenire al fine di garantire, anche retroattivamente, la corresponsione del CFI al personale dell'Aeronautica militare per il periodo di ICC e dell'indennità di missione e marcia per il personale comandato all'effettuazione dell'ICC in sede diversa da quella di servizio.

(4-03916)