• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/04453 (5-04453)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-04453presentato daCENTEMERO Giuliotesto diLunedì 27 luglio 2020, seduta n. 380

   CENTEMERO, BITONCI, CAVANDOLI, COVOLO, GERARDI, GUSMEROLI, ALESSANDRO PAGANO, PATERNOSTER e TARANTINO. — Al Ministro dell'economia e delle finanze. — Per sapere – premesso che:

   notizie di stampa del 25 luglio 2020 riportano di una segnalazione inviata all'ufficio antiriciclaggio della Banca d'Italia da parte dei risk manager di un gruppo bancario con filiale a Roma, in Largo di Torre Argentina, per sospette operazioni finanziarie;

   in particolare, nell'articolo de La Verità si evidenzia, secondo fonti attendibili, che il soggetto interessato dalla segnalazione risulta essere il compagno del portavoce del Presidente del Consiglio, responsabile di aver gestito una movimentazione di cassa pari a circa 150.000 euro;

   il flusso contabile, si legge nell'articolo, è proveniente da alcuni bonifici senza causale inviati dallo stesso portavoce del Presidente del Consiglio, una indennità di disoccupazione, e da «un bonifico proveniente da un conto tedesco della Plus500, società che fornisce servizi di Trading online»;

   inoltre, alcune operazioni sono riconducibili alla piattaforma greca Fortissio.com, specializzata in «trading protetto»;

   i sospetti movimenti sono stati successivamente comprovati dall'utilizzo di apposita carta di credito prepagata, utilizzata esclusivamente per i pagamenti verso i predetti siti di trading online (anche 2.000 euro in un giorno per acquistare titoli su siti di settore, incamerando cospicue plusvalenze), e palesemente rilevanti rispetto al bilancio economico del cliente;

   l'ingente acquisto di suddetti titoli ha generato cospicue – e sospette – plusvalenze;

   a parere degli interroganti, il rapporto di vicinanza affettiva tra il portavoce del Presidente del Consiglio e il soggetto segnalato potrebbe implicare fattispecie di conflitto d'interessi e Insider trading, in, considerazione soprattutto della possibile e potenziale conoscenza di decisioni governative prima che queste vengano comunicate all'opinione pubblica;

   gli stessi dubbi sembrano essere confermati nell'istruttoria inviata all'Unità di informazione finanziaria;

   il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria, disciplina l'uso di informazioni privilegiate, acquisite grazie a una posizione favorita per trarre indebitamente un vantaggio economico sugli altri; la Consob è incaricata di monitorare distorsioni sui mercati finanziari –:

   di quali elementi disponga il Ministro interrogato, anche ai sensi dell'articolo 1, dodicesimo comma, del decreto-legge n. 95 del 1974, in relazione a quanto esposto in premessa.
(5-04453)