• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02461-AR/0 ...    premesso che,     il datore di lavoro risponde della mancata osservanza delle norme a tutela dell'integrità fisica dei prestatori di lavoro in quanto titolare di una...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02461-AR/068presentato daCOLUCCI Alessandrotesto diMartedì 26 maggio 2020, seduta n. 347

   La Camera,
   premesso che,
    il datore di lavoro risponde della mancata osservanza delle norme a tutela dell'integrità fisica dei prestatori di lavoro in quanto titolare di una posizione di garanzia che discende in primo luogo dall'articolo 2087 c.c.;
    la normativa nazionale di riferimento è il decreto legislativo n. 81 del 2008 (Testo Unico Salute e Sicurezza sul lavoro) il quale coordina, all'interno di un unico testo, tutte le norme in materia di salute e di sicurezza dei lavoratori nel luogo di lavoro e stabilisce una serie di interventi da osservare per il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori;
    anche l'infezione da coronavirus deve essere fatta rientrare nell'alveo delle malattie infettive e parassitarie e, come tale, è senza dubbio meritevole di copertura Inail per gli assicurati che la contraggono «in occasione di lavoro». Lo stabilisce il decreto-legge n. 18 del 17 marzo 2020 cosiddetto «Decreto Cura Italia» all'articolo 42 comma 2 nonché la circolare Inail n. 13 del 3 aprile 2020,

impegna il Governo

a prevedere che in casi accertati di infezione da corona virus (SARS-COV-2) in occasione di lavoro, con prognosi di più di 40 giorni di malattia, questi non possano costituire illecito penale per il datore di lavoro che dimostra di aver adottato sul luogo di lavoro tutte le possibili procedure di prevenzione del contagio.
9/2461-AR/68. Colucci, Lupi, Sangregorio, Tondo.