• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/05723 (4-05723)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-05723presentato daRUSSO Paolotesto diMartedì 19 maggio 2020, seduta n. 342

   PAOLO RUSSO, APREA, BAGNASCO, BARATTO, ANNA LISA BARONI, BOND, CANNATELLI, CAPPELLACCI, CASCIELLO, CASINO, CASSINELLI, CATTANEO, CRISTINA, D'ATTIS, D'ETTORE, DALL'OSSO, FIORINI, FITZGERALD NISSOLI, GIACOMETTO, LABRIOLA, MARROCCO, MAZZETTI, MILANATO, NAPOLI, NEVI, NOVELLI, ORSINI, PALMIERI, PELLA, PENTANGELO, PITTALIS, POLIDORI, PORCHIETTO, RIPANI, ROSSO, ROTONDI, RUFFINO, SACCANI JOTTI, SISTO, SOZZANI, SPENA, SQUERI, TORROMINO, VERSACE, VIETINA e ZANGRILLO. — Al Ministro dell'istruzione. — Per sapere – premesso che:

   il 13 ottobre 2019 il M5S ha lanciato dal palco di Italia 5 Stelle, l'iniziativa dal titolo «Facciamo ecoscuola» rivolta alle istituzioni scolastiche del Paese;

   l'iniziativa è volta ad assegnare al singolo istituto un contributo fino a 20.000 euro delle risorse messe a disposizione con donazioni di parlamentari e di consiglieri regionali del M5S, per quanto definite restituzioni volontarie;

   per poter partecipare al progetto bisogna essere iscritti necessariamente alla piattaforma Rousseau, piattaforma notoriamente collegata al M5S e alla quale un privato cittadino che volesse acquisire eventuali informazioni in merito all'iniziativa, agli istituti e ai progetti prescelti, non può liberamente accedere se non iscritto all'Associazione Movimento 5 Stelle;

   i progetti vengono scelti sulla base dei voti degli iscritti al Movimento 5 Stelle su base regionale espressi, anche questi, tramite la piattaforma Rousseau, seguendo criteri, ad avviso degli interroganti, non del tutto trasparenti e soprattutto obbligando, in modo indiretto, coloro che volessero sostenere uno specifico progetto – genitori e parenti degli studenti che frequentano l'istituto che lo ha presentato, per esempio – ad iscriversi alla piattaforma per poter esprimere la propria preferenza;

   sul sito del blogdellestelle.it, anch'esso notoriamente collegato al M5S si legge: «Se sei iscritto a Rousseau vai nella sezione “Vota”, scopri i progetti presentati dalle scuole della tua regione, decidi a chi darai la tua preferenza (se sei un iscritto certificato da almeno 6 mesi e abilitato al voto) e promuovi il progetto sui social!»;

   sempre sul sito del blogdellestelle.it si legge che «in tutte le regioni italiane, dirigenti scolastici, insegnanti, genitori e alunni si sono attivati per presentare il loro progetto» e che, la fase 2 dell'iniziativa prevede che «saranno gli iscritti alla piattaforma Rousseau, su base regionale, a votare i progetti che preferiscono»;

   il 29 febbraio 2020 sono scaduti i termini per la presentazione dei progetti che si contano in un numero superiore a 1.000, presentati da altrettanti istituti scolastici su tutto il territorio nazionale;

   la gestione della piattaforma Rousseau, affidata all'Associazione Rousseau, sulla base di notizie stampa e di alcuni libri recentemente pubblicati da personalità strettamente legate al Movimento, non sarebbe del tutto trasparente in merito alla gestione, alla sicurezza dei dati e alla profilazione degli utenti, tanto che anche il Garante per la protezione dei dati personali ha multato 2 volte l'associazione –:

   quali urgenti iniziative di competenza intenda assumere per sottrarre il sistema scolastico nazionale alla mera propaganda politica e alla strumentalizzazione delle precarie condizioni in cui versa una rilevante parte degli edifici scolastici, considerato che la scuola dovrebbe essere luogo di democrazia e territorio neutrale dove i partiti non dovrebbero poter fare quella che appare agli interroganti una propaganda così diretta e spudorata posto che la partecipazione richiede una iscrizione alla piattaforma che sostanzialmente equivale ad essere un militante o può indurre gli studenti a diventare futuri militanti per venire incentro ai bisogni della propria scuola.
(4-05723)