• Testo INTERPELLANZA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.2/00738 (2-00738) «Baldelli».



Atto Camera

Interpellanza 2-00738presentato daBALDELLI Simonetesto diMercoledì 15 aprile 2020, seduta n. 326

   Il sottoscritto chiede di interpellare il Presidente del Consiglio dei ministri, il Ministro della salute, il Ministro dello sviluppo economico, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, per sapere – premesso che:

   il quadro di emergenza sanitaria e di lockdown avrà conseguenze economiche e sociali sulla vita di cittadini, famiglie e imprese;

   sarebbe necessario utilizzare questo momento per operare interventi in alcuni settori, come ad esempio la manutenzione della rete autostradale e stradale, effettuando controlli con criteri più approfonditi e attraverso tecnologie più efficaci o facendo interventi per il decoro della città, anche in vista del rilancio di una stagione turistica;

   in tale quadro pesa negativamente l'incertezza circa la prospettiva di breve termine, in vista della «ripartenza», o «fase 2»;

   servono prudenza e gradualità sul piano delle precauzioni sanitarie, ma anche una immediata pianificazione strategica sul piano economico e produttivo;

   sul versante sanitario serve definire gli indicatori standard, come l'andamento della curva epidemica e altri eventuali parametri, da raggiungere per poter avviare la «fase 2»;

   a tal fine, va programmato e realizzato un piano nazionale di screening su vasta scala, in grado di offrire un quadro epidemiologico attendibile sui casi di positività e sul livello di sviluppo di anticorpi in soggetti guariti dal Covid-19;

   per quanto attiene alla riapertura delle attività produttive, va realizzato un piano nazionale che definisca chi, quando e come possa riprendere l'attività lavorativa e produttiva, rispettando determinati standard di sicurezza igienico-sanitari nei luoghi di lavoro e negli spostamenti;

   è, inoltre, necessario immaginare anche un piano per sostenere l'eventuale riconversione di attività produttive di settori merceologici in grave crisi, pianificando interventi e linee guida di rilancio e di investimento su settori, come il turismo e il suo indotto, strategici per la ripartenza;

   è necessario, infine, immaginare un periodo di «sollievo fiscale», con una tassazione zero o minima, per chi riprende le attività, unitamente a iniziative volte al rilancio dei consumi, con liberalizzazioni di orari di vendita e incentivi all'acquisto nei settori guida –:

   quali siano le prospettive del Governo su ciascuno dei punti suindicati.
(2-00738) «Baldelli».