• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/04814 (4-04814)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-04814presentato daBENEDETTI Silviatesto diMartedì 25 febbraio 2020, seduta n. 311

   BENEDETTI. — Al Ministro dell'istruzione. — Per sapere – premesso che:

   il 10 gennaio 2020 l'ufficio scolastico regionale del Veneto disponeva l'assunzione di dodici nuovi funzionari, la cui distribuzione veniva stabilita in otto funzionari alla direzione generale, due a Venezia, uno a Verona e uno a Treviso;

   nessun funzionario è stato assegnato all'ufficio scolastico territoriale (Ust) di Belluno, nonostante lo stesso avesse evidenziato di essere sotto organico già nel giugno 2019, in occasione della conferenza provinciale sulla carenza del personale delle amministrazioni statali territoriali, tenutasi presso la prefettura;

   tale denunciata carenza di personale è stata ribadita recentemente dalla Cisl funzione pubblica: l'organico dell'Ust di Belluno è sottodimensionato del 60 per cento e questo mette a rischio le procedure di avvio del prossimo anno scolastico, oltre a impedire il ricambio professionale con il passaggio di conoscenze ai nuovi assunti (che, appunto, non ci sono);

   attualmente l'Ust di Belluno ha otto dipendenti: quattro funzionari, tre assistenti, un centralinista. Secondo l'organico di diritto previsto dal Ministero dell'istruzione, invece, i dipendenti dovrebbero ammontare a venti: otto funzionari, undici assistenti e un commesso;

   dall'organico sottodimensionato deriva anche il problema del pagamento degli straordinari;

   il personale presente, a quanto consta all'interrogante, è ovviamente costretto, per far fronte alla mole di lavoro, a fare numerose ore di lavoro straordinario, ma le risorse economiche per pagarle non ci sono e solo il 15/20 per cento dello straordinario effettuato viene effettivamente erogato ai dipendenti;

   inoltre, l'ultimo atto riorganizzativo dell'ufficio scolastico regionale del Veneto ha mantenuto inalterate le competenze già assegnate ai singoli uffici territoriali, senza prevedere quindi alcuna modifica organizzativa come, ad esempio, l'accentramento di funzioni;

   va sottolineato, infine, il particolare contesto in cui si trova ad operare l'Ust di Belluno, dove l'offerta scolastica risente non solo dell'orografia, ma anche dello spopolamento del territorio –:

   quali iniziative il Ministro interrogato intenda intraprendere per garantire un congruo organico all'ufficio scolastico territoriale di Belluno, mettendolo in condizioni di far fronte alle esigenze della popolazione scolastica della provincia.
(4-04814)