• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/04465 (4-04465)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-04465presentato daCANTALAMESSA Gianlucatesto diMartedì 14 gennaio 2020, seduta n. 288

   CANTALAMESSA, BISA, TURRI, MORRONE, PAOLINI e TATEO. — Al Ministro della giustizia, al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   in data 8 gennaio 2020, il segretario per la Campania del sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe ha reso noto, con un comunicato stampa, che all'esito di perquisizioni nel carcere napoletano di Secondigliano sono stati ritrovati 4 telefonini e sono stati segnalati 20 detenuti sospettati di occultare sostanze stupefacenti o oggetti proibiti;

   la struttura penitenziaria di Secondigliano conta circa 1.400 detenuti (con evidente sovraffollamento), dei quali, la maggior parte appartenenti al circuito «alta sicurezza» in quanto detenuti per reati di camorra e criminalità organizzata;

   quanto accaduto a Napoli è solo l'ultimo in ordine temporale di una lunga serie di episodi che hanno portato alla luce la situazione fuori controllo degli istituti penitenziari italiani. Soltanto nel mese di dicembre 2019, altre perquisizioni nella casa circondariale di Bellizzi e nel carcere di Foggia, avevano dato altresì riscontro positivo, con il ritrovamento di numerosi micro-telefonini, smartphone e sim-card;

   i sindacati di polizia penitenziaria chiedono da anni un adeguamento degli organici per far fronte alle esigenze scaturenti dall'aumento della popolazione detenuta;

   molti istituti penitenziari sono fatiscenti e privi dei vetri divisori che servirebbero a rendere difficoltoso lo scambio di oggetti proibiti durante i colloqui;

   la sicurezza all'interno delle carceri è essenziale per una corretta e reale esecuzione della pena, oltre che per un effettivo recupero del detenuto;

   è necessario dotare la polizia penitenziaria di organici adeguati e di strumenti idonei a svolgere il proprio lavoro con efficienza e serenità –:

   quali iniziative si intendano assumere per quanto di competenza, al fine di contrastare la grave situazione di illegalità all'interno degli istituti penitenziari italiani e di incrementare le risorse umane e strumentali della polizia penitenziaria.
(4-04465)