• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/04408 (4-04408)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-04408presentato daLOLLOBRIGIDA Francescotesto diVenerdì 3 gennaio 2020, seduta n. 283

   LOLLOBRIGIDA. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro dell'economia e delle finanze. — Per sapere – premesso che:

   nonostante la scadenza prevista dalla legge il Consiglio dei ministri non ha ancora provveduto a nominare i nuovi vertici delle Agenzie fiscali, perché i partiti di maggioranza sembrano non aver ancora trovato l'accordo su chi dovrà sostituire Antonio Maggiore all'Agenzia delle entrate, Benedetto Mineo all'Agenzia delle dogane e Riccardo Carpino all'Agenzia del demanio;

   gli stessi comitati di gestione, scaduti nella primavera 2019, sono in attesa di rinnovo, ai sensi dell'articolo 67, comma 3, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che prevede che siano nominati per la durata di tre anni con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell'economia e delle finanze;

   il contributo alla lotta all'evasione stimato e quantificato nella convenzione triennale tra le agenzie fiscali ed il Governo ammonta ad un gettito complessivo pari a 14 miliardi di euro;

   sullo stesso rinnovo dei vertici delle agenzie, il tribunale del lavoro di Roma ha rimesso la questione innanzi alla Corte costituzionale, per dirimere il punto se tali nomine debbano essere contemplate o meno tra quelle per cui sarebbe applicabile il regime dello «spoil system», ovvero se per le stesse siano prevalenti i profili di alta specializzazione e gli aspetti tecnici che ne impedirebbero la sostituzione per mera valutazione politica anticipatamente alla conclusione naturale del mandato triennale;

   ad oggi, appare probabile la scelta di affidare i vertici delle agenzie fiscali ad interim a dirigenti interni, scelta che tuttavia lascerebbe di fatto decapitato il vertice delle strutture e comporterebbe verosimilmente una gestione ordinaria delle medesime, poco adatta ad affrontare le emergenze sul campo, si pensi solamente alla gestione della «rottamazione ter» per l'Agenzia delle entrate ed al rischio «Brexit» per l'Agenzia delle dogane;

   ad avviso dell'interrogante la mancata tempestiva nomina dei vertici delle suddette agenzie potrebbe determinare una momentanea riduzione dell'operatività tale da poter configurare gli estremi del danno erariale –:

   se il Governo intenda procedere al più presto al rinnovo dei vertici delle Agenzie fiscali, stante il decorso dei 90 giorni intervenuto dall'insediamento dello stesso, termine stabilito per legge per confermare o rinnovare i vertici delle agenzie;

   se analogamente si intendano attivare le procedure per il rinnovo dei relativi comitati di gestione, ai sensi del comma 3 dell'articolo 67 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;

   quale comportamento il Governo intenda osservare, nelle more della decisione sulla questione di legittimità costituzionale sollevata dal Tribunale del lavoro di Roma di fronte alla Corte costituzionale, in materia di assoggettabilità o meno al meccanismo dello «spoil system» delle nomine di vertice delle agenzie suddette;

   in che misura si intenda garantire la piena operatività delle agenzie fiscali, che operano ad oggi senza l'ausilio dei comitati di gestione scaduti, e con i vertici in regime di prorogatio, anche rispetto alla scelta eventuale di affidarne l’interim a dirigenti interni, e come nel caso verrebbe garantita la piena operatività delle strutture anche per le questioni e le incombenze eccedenti l'ordinaria amministrazione;

   come venga assicurato, nelle more delle decisioni di cui sopra, il gettito per l'erario direttamente derivante dall'attività istituzionale delle agenzie fiscali, pari, secondo quanto previsto nella relativa convenzione, pari a 14 miliardi di euro per il triennio;

   quali criteri di selezione, basati sulla meritocrazia e la trasparenza delle procedure, si intendano adottare per le future nomine dei vertici delle agenzie fiscali.
(4-04408)