• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02305/434    premesso che:     il comma 297 incrementa le risorse per il Piano straordinario per il Made in Italy per 44,9 milioni di euro per il 2020 e di 40,2 milioni di euro per il 2021...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02305/434presentato daFIORINI Benedettatesto diLunedì 23 dicembre 2019, seduta n. 282

   La Camera,
   premesso che:
    il comma 297 incrementa le risorse per il Piano straordinario per il Made in Italy per 44,9 milioni di euro per il 2020 e di 40,2 milioni di euro per il 2021 da destinare alle finalità quali il supporto alle più rilevanti manifestazioni fieristiche italiane di livello internazionale, la valorizzazione delle produzioni di eccellenza, il sostegno alla penetrazione dei prodotti italiani, le campagne di promozione strategica nei mercati più rilevanti e di contrasto al fenomeno dell’Italian sounding;
    il complesso degli stanziamenti per il Piano straordinario per il Made in Italy, cui vanno ad aggiungersi quelle del Piano ordinario, assommano a 110,9 milioni per il 2020 e a 40,3 nel 2021. Nessuna somma è stanziata per il 2022. Si tratta di risorse nettamente inferiori sia a quelle iscritte nell'assestato di bilancio 2019 (140 milioni di euro) sia a quelle assegnate negli anni scorsi;
    inoltre il rifinanziamento annuale delle misure non consente alle imprese interessate di programmare gli investimenti futuri per la penetrazione all'estero e la partecipazione pluriennale a fiere internazionali;
    si consideri che da quanto emerso dalle ricerche di Confindustria Moda, se le aziende italiane del settore moda negli ultimi anni hanno aumentato l’export (salito al 65,5 per cento) e costruito reti distributive internazionali è stato anche grazie alla spinta arrivata dalle fiere nostrane e ai finanziamenti erogati dallo Stato ai 50 saloni-top del made in Italy;
    è necessario rafforzare l'impegno dello Stato in favore della penetrazione delle imprese italiane all'estero a fronte di fenomeni quali la crescita delle barriere doganali, le tensioni geopolitiche internazionali, l'esplosione del fenomeno l’italian sounding;
    a tal proposito il comma 508, prevede la mera riassegnazione di parte delle risorse del Piano straordinario per il contrasto di tale fenomeno, mentre il comma 3 dell'articolo 32 del decreto-legge n. 34 del 2019 prevede l'assegnazione di soli 1,5 milioni di euro dall'anno 2019 per il credito d'imposta delle spese sostenute dalle imprese che agiscono legalmente a tutela dei propri prodotti colpiti dal fenomeno dell’Italian Sounding,

impegna il Governo:

   a valutare l'opportunità di:
    di incrementare e a stabilizzare per gli anni futuri le risorse del Piano straordinario per il Made in Italy di cui all'articolo 30 del decreto-legge n. 133 del 2014;
    di incrementare le risorse per il credito d'imposta delle spese sostenute dalle imprese che agiscono legalmente a tutela dei propri prodotti colpiti dal fenomeno dell’Italian Sounding, di cui al comma 3 dell'articolo 32 del decreto-legge n. 34.
9/2305/434. (Testo modificato nel corso della seduta) Fiorini, Porchietto, Barelli, Carrara, Squeri, Cassinelli.