• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/04395 (4-04395)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-04395presentato daCECCANTI Stefanotesto diLunedì 23 dicembre 2019, seduta n. 282

   CECCANTI, CIAMPI, BRUNO BOSSIO, PINI, ENRICO BORGHI, MARCO DI MAIO, TABACCI, TONDO e FERRAIOLI. — Al Presidente del Consiglio dei ministri. — Per sapere – premesso che:

   la legge 9 gennaio 2019, n. 3, prevede, all'articolo 1, dal 1o gennaio 2020 la sospensione del corso della prescrizione dalla data di pronuncia della sentenza di primo grado (sia di condanna che di assoluzione) o dal decreto di condanna, fino alla data di esecutività della sentenza che definisce il giudizio o alla data di irrevocabilità del decreto penale;

   da parte di vari e qualificati operatori del diritto nonché da parte di molti parlamentari si ritiene che tale sospensione violi le garanzie costituzionali a partire dalla ragionevole durata del processo sancita dall'articolo 111 della Costituzione;

   ai sensi dell'articolo 20 della legge 11 marzo 1953, n. 87, nei giudizi dinanzi alla Corte costituzionale l'Avvocatura dello Stato rappresenta e difende il Presidente del Consiglio dei ministri o il Ministro da questi delegato per la partecipazione al giudizio e il Presidente del Consiglio dei ministri interviene nei giudizi dinanzi alla Corte costituzionale anche su materie che rientrano nella competenza di altri ministeri (Corte costituzionale, sentenza n. 1 del 1956); è pertanto altamente prevedibile che la Corte costituzionale venga investita in via incidentale della questione di costituzionalità relativa alla citata legge n. 3 del 2019, col rischio, per il Governo, qualora intendesse attivare l'Avvocatura, di una grave smentita davanti alla Corte –:

   se intenda assumere un'iniziativa legislativa anche urgente per evitare tali gravi danni per i diritti dei cittadini.
(4-04395)