• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.9/01638/006 in sede di esame del disegno di legge recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze...



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/1638/6 presentato da ARMANDO SIRI
martedì 17 dicembre 2019, seduta n. 176

Il Senato,
in sede di esame del disegno di legge recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili", premesso che:
l'articolo 4, introduce misure in materia di contrasto all'omesso versamento delle ritenute, disponendo l'obbligo per il committente di richiedere all'impresa appaltatrice o affidatala e a e imprese sub appaltatici, copia delle deleghe di pagamento relative al versamento delle ritenute ai fimi del riscontro dell'ammontare complessivo degli importi versati dalle imprese,
tale articolo, stabilisce inoltre che, a decorrere dal lo gennaio 2020, il committente è tenuto a sospendere il pagamento dei corrispettivi maturati dall'impresa appaltatrice o affidatomi nei caso di mancata trasmissione o nel caso risultino omessi o insufficienti versamenti, per i contratti d'appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati, al ricorrere di determinate condizioni; la misura prevista genera grandi criticità alle imprese, per l'estrema difficoltà applicativa, per l'onerosità degli adempimenti trasferiti, per l'irragionevolezza di addossare responsabilità e sanzioni ad imprese in regola per fenomeni dei quali non hanno alcun controllo, nonché per l'inefficacia di tali disposizioni sul piano della lotta all'evasione fiscale;
sembra, tra l'altro, sia stato dei tutto ignorato l'impatto, in termini di adattamento dei processi gestionali, che le nuove disposizioni, applicabili anche ai contratti in essere, generano sulle imprese, si ritiene necessario intervenire nuovamente sulla disposizione, quantomeno per eliminarne i gravi effetti finanziari e burocratici sulle imprese e per renderla applicabile ai soli nuovi contratti, stipulati dal 1º gennaio 2020, e con riferimento ai versamenti effettuati dal secondo semestre 2020 ,
impegna il Governo:
nell'ambito dei provvedimenti di attuazione dell'articolo 4, a ritenere che la data di decorrenza delle nuove norme del 1º gennaio 2020, di cui al comma 2, si riferisce esclusivamente ai soli nuovi contratti stipulati a decorrere dal prossimo primo gennaio, e con riferimento ai versamenti effettuati dal secondo semestre 2020.
(numerazione resoconto Senato G4.103)
(9/1638/6)
Siri, Saviane, Montani, Bagnai