• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.9/01638/032 in sede di esame del disegno di legge n. 1638 recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per...



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/1638/32 presentato da TIZIANA CARMELA ROSARIA DRAGO
martedì 17 dicembre 2019, seduta n. 176

Il Senato,
in sede di esame del disegno di legge n. 1638 recante "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili";
premesso che:
il Capo V reca "Ulteriori disposizioni per esigenze indifferibili";
l'articolo 10 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34, noto come decreto crescita, ha introdotto, in alternativa all'ordinaria detrazione dalle imposte sui redditi, la possibilità di fruire di uno sconto applicato dal fornitore direttamente in fattura, in occasione della realizzazione di interventi di recupero del patrimonio edilizio privato finalizzati al miglioramento dell'efficienza energetica o sismica realizzati da privati cittadini su immobili residenziali;
la norma ha determinato, nella fase della sua concreta attuazione, notevoli difficoltà operative;
tali difficoltà si sono, in particolare, riscontrate in relazione all'attività degli operatori economici di minori dimensioni, tipicamente meno strutturati dal punto di vista finanziano, a causa dell'impossibilità di recuperare in tempi ragionevoli il credito di imposta maturato a fronte dello sconto concesso al consumatore finale;
considerato che:
la possibilità di cedere il credito ai soggetti facenti parte della stessa filiera ha permesso di superare solo marginalmente le criticità evidenziate;
considerato altresì che:
è possibile individuare soluzioni in grado di contemperare l'esigenza di mantenere gli indubbi benefici garantiti ai consumatori finali dall'introduzione del meccanismo dello sconto in fattura con l'interesse dei fornitori a trovare forme di rapido smobilizzo del credito di imposta ad esempio attraverso il ricorso a ulteriori forme di cessione del credito o ancora, attraverso l'introduzione di meccanismi semplificati di reperimento di fonti di finanziamento,
impegna il Governo:
a valutare l'opportunità di modificare l'articolo 10 del citato decreto-legge n. 34/2019 attribuendo al fornitore la possibilità di cedere il credito di imposta ad istituti bancari o altri intermediari finanziari o introdurre forme semplificate di erogazione di finanziamenti agevolati, anche attraverso l'intervento di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., fino a concorrenza dell'importo del credito maturato.
(numerazione resoconto Senato G16.112)
(9/1638/32)
Drago, Ortis