• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.9/01638/057 premesso che: l'articolo 22 dell'Atto Senato 1638, "Conversione in legge del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze...



Atto Senato

Ordine del Giorno 9/1638/57 presentato da PAOLO SAVIANE
martedì 17 dicembre 2019, seduta n. 176

Il Senato,
premesso che:
l'articolo 22 dell'Atto Senato 1638, "Conversione in legge del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili" reca "Credito d'imposta su commissioni pagamenti elettronici";
la norma prevede che tale credito d'imposta spetti agli esercenti attività di impresa, arte o professioni, i cui ricavi relativi all'anno fiscale precedente siano di ammontare non superiore a 400.000 euro;
tuttavia il primo comma dell'articolo 18 del decreto del Presidente della Repubblica n. 600 del 1973, dispone che le imprese individuati e le cosiddette "società di persone" (società in nome collettivo e società in accomandita semplice) e gli enti non commerciali che esercitano un'attività commerciale in via prevalente, possano tenere la contabilità semplificata qualora i ricavi non superino i 700 mila euro nel caso di imprese che esercitino altre attività in via prevalente rispetto a quelle di prestazione di servizi,
impegna il Governo:
a valutare l'opportunità di stanziare, nel primo provvedimento utile e nel rispetto della normativa europea sugli aiuti de minimis, le risorse al fine di poter estendere il credito d'imposta anche agli esercenti attività di impresa, arte o professioni, i cui ricavi siano compresi nella fascia da 400.000 euro a 700.000 euro.
(numerazione resoconto Senato G22.105)
(9/1638/57)
Saviane, Siri, Montani, Bagnai