• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/01638/105/ ... premesso che: l'articolo 39 inasprisce le pene per i reati tributari e abbassa alcune soglie di punibilità; introduce inoltre, in caso di condanna, la confisca dei beni di cui il condannato...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/1638/105/06 presentato da ARMANDO SIRI
venerdì 13 dicembre 2019, seduta n. 150

Il Senato,
premesso che:
l'articolo 39 inasprisce le pene per i reati tributari e abbassa alcune soglie di punibilità; introduce inoltre, in caso di condanna, la confisca dei beni di cui il condannato abbia disponibilità per un valore sproporzionato al proprio reddito (cosiddetta confisca allargata). La disposizione modifica, inoltre, la disciplina della responsabilità amministrativa degli enti per prevedere specifiche sanzioni amministrative quando il reato di dichiarazione fraudolenta è commesso a vantaggio dell'ente;
la perdurante crisi economica e finanziaria, le difficoltà di accesso al credito bancario, una pressione fiscale che ha raggiunto livelli ormai insopportabili, i ritardi cronici della Pubblica Amministrazione nel rimborso dei crediti erariali e nel pagamento dei crediti commerciali delle imprese sono fattori che, intrecciandosi in modo perverso, spesso impediscono anche al contribuente onesto di adempiere regolarmente all'obbligo di pagamento delle imposte. Non si tratta di comportamenti dolosi preordinati all'evasione fiscale ma di scelte indotte da "cause di forza maggiore" che pongono il contribuente nella precaria e delicata situazione di inadempienza verso l'Erario,
impegna il Governo:
a valutare gli effetti applicativi delle disposizioni in oggetto, al fine di valutare l'opportunità di modificare, nel primo provvedimento utile, le disposizioni di cui all'articolo 39, in modo che le responsabilità penali ed amministrative previste non valgano per le imprese e i professionisti che, per ragioni di difficoltà economiche, comprovate da un revisore dei conti iscritto all'Albo dei revisori o da un dottore commercialista iscritto all'Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, pur avendo regolarmente dichiarato le imposte dirette e indirette, abbiano richiesto o ottenuto una dilazione dall'Agenzia delle Entrate a seguito del mancato pagamento.
(0/1638/105/6)
Siri, Saviane, Montani, Bagnai