• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02267/172    premesso che:     l'articolo 5 prevede nuove disposizioni per fronteggiare le procedure d'infrazione in materia ambientale, attualmente attestatesi al numero di diciotto. Più...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02267/172presentato daMATURI Filippotesto diMartedì 10 dicembre 2019, seduta n. 275

   La Camera,
   premesso che:
    l'articolo 5 prevede nuove disposizioni per fronteggiare le procedure d'infrazione in materia ambientale, attualmente attestatesi al numero di diciotto. Più nello specifico, come noto, l'Italia nel dicembre 2014 è stata condannata e sanzionata dalla Corte di giustizia dell'Unione europea per la presenza sul territorio nazionale di 200 siti di discariche abusive dopo un procedimento di infrazione iniziato nel 2003. Oggi, dopo quattro anni, il nostro Paese ha bonificato o messo in sicurezza 152 siti permanendone ancora 48 da regolarizzare con la conseguente riduzione della sanzione semestrale da euro 42.800.000,00 del dicembre 2014 agli attuali euro 10.200.000,00 da corrispondere all'Unione europea ogni sei mesi;
    Fonte Laurentina, è un quartiere residenziale costruito nei primi anni Duemila e immerso nel verde dell'Agro Romano, nato per diventare un'oasi di pace per i cittadini; invece, malaffare e inciviltà lo hanno trasformato in un inferno di immondizia e roghi tossici. Tutto ha avuto inizio lo scorso settembre quando un fumo acre e denso è fuoriuscito da alcuni terreni, svelando di fatto alcune discariche abusive, diciassette per la precisione, nei terreni del quartiere laddove negli anni sono state interrate tonnellate di rifiuti speciali; una minaccia sommersa che per tanti anni è rimasta dormiente;
    la discarica principale, che dista circa 200 metri da un complesso scolastico frequentato da 800 ragazzi, si trova in un campo di proprietà del Comune di Roma e non è ancora stata bonificata;
    in queste discariche abusive si trovano rifiuti di vario genere: stracci, coperte, vecchi elettrodomestici, materiale edile, carcasse di computer, pneumatici e anche il famigerato «Fluff». È la presenza di questa polvere, che si ottiene dalla frantumazione delle auto, ed è classificata come rifiuto tossico, a preoccupare di più il quartiere. A vederla si presenta come una sabbiolina grigia, granelli piccolissimi, quasi invisibili, che si disperdono nell'aria alla prima folata di vento;
    l'aria che si respira quasi quotidianamente nel quartiere è davvero molto fastidiosa e i miasmi sono molto forti,

impegna il Governo

ad adottare tutti gli opportuni provvedimenti per verificare le problematiche emerse, al fine di garantire la salute e la stessa qualità di vita dei cittadini residenti nel territorio di Fonte Laurentina interessati dalla discarica abusiva, predisponendo ulteriori accertamenti e verifiche attraverso il NOE e l'ISPRA.
9/2267/172. Maturi, Basini, De Angelis, Durigon, Gerardi, Saltamartini, Zicchieri.