• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/03224 (5-03224)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-03224presentato daMUGNAI Stefanotesto diMartedì 3 dicembre 2019, seduta n. 270

   MUGNAI. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:

   la multinazionale Bekaert nell'ambito di un procedimento di delocalizzazione all'estero delle proprie strutture produttive presenti in Italia ha annunciato una serie di licenziamenti collettivi;

   ad oggi sono 224 i lavoratori della fabbrica di Incisa Figline Valdarno che si trovano in cassa integrazione straordinaria, che scadrà al 31 dicembre 2019;

   sul futuro dello stabilimento produttivo di Incisa Figline Valdarno è da tempo in corso una vertenza che vede coinvolte le parti sociali e il Governo per il tramite del Ministero dello sviluppo economico;

   al momento, l'unica offerta rimasta in piedi per l'acquisizione dello stabilimento è quella avanzata dall'azienda Trafilerie meridionali di Chieti, che opera nel settore «steel cord» (produzione di filo per tubi);

   dopo l'ultimo tavolo tecnico svoltosi a Roma il 31 ottobre 2019 non si sono registrate novità sostanziali, ma neppure segnali da parte del Governo, in vista di una risoluzione positiva della vertenza;

   l'azienda Trafilerie meridionali, il cui piano industriale sembrerebbe essere stato giudicato interessante da parte del Governo, è un soggetto industriale di dimensioni limitate che potrebbe non disporre di tutte le risorse necessarie ai fini dell'acquisizione e del rilancio di uno stabilimento industriale delle dimensioni di quello di Incisa Figline Valdarno con la conseguente eventuale necessità di dover coinvolgere nel salvataggio un ulteriore soggetto privato;

   purtroppo, ad oggi il tempo a disposizione è poco, perché l'urgenza fondamentale, al di là di ogni altra considerazione, è rappresentata dal termine del 31 dicembre, successivamente al quale verrà meno la cassa integrazione straordinaria riconosciuta ai lavoratori;

   la cessazione degli ammortizzatori sociali per 224 lavoratori che, da un giorno all'altro, si ritroverebbero senza alcun introito produrrebbe un grave impatto sociale sui medesimi lavoratori, sulle loro famiglie e sull'intero territorio interessato –:

   quali iniziative urgenti intenda assumere il Governo al fine di prevedere la proroga della cassa integrazione straordinaria per i lavoratori dello stabilimento Bekaert di Incisa Figline Valdarno e per favorire al più presto l'individuazione di una soluzione positiva per il salvataggio dello stabilimento produttivo.
(5-03224)