• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02222-A/018    premesso che:     il provvedimento in esame reca disposizioni in materia di procedura straordinaria per il reclutamento e l'abilitazione all'insegnamento nella scuola...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02222-A/018presentato daLUCASELLI Ylenjatesto diLunedì 2 dicembre 2019, seduta n. 269

   La Camera,
   premesso che:
    il provvedimento in esame reca disposizioni in materia di procedura straordinaria per il reclutamento e l'abilitazione all'insegnamento nella scuola secondaria, di possibilità per l'anno scolastico 2020/2021, di utilizzare in altre regioni, su base volontaria, le graduatorie dei concorsi del 2016 e del 2018, e di procedura selettiva riservata per la progressione all'area di Direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA) degli assistenti amministrativi di ruolo, nonché disposizioni inerenti il settore universitario e della ricerca;
    in particolare, l'articolo 1 prevede l'indizione, entro il 2019, di una procedura straordinaria, per titoli ed esami, per il reclutamento di docenti nella scuola secondaria di primo e di secondo grado, riservata a soggetti che hanno svolto – fra gli anni scolastici 2008/2009 e 2019-2020 – almeno tre annualità di servizio nelle scuole secondarie statali, ovvero sono stati impegnati in progetti regionali di formazione che prevedono attività di carattere straordinario, anche ai fini dell'adempimento dell'obbligo dell'istruzione, ovvero del contrasto alla dispersione scolastica;
    la norma interviene per il solo personale della scuola secondaria, nonostante in passato si siano svolti concorsi ordinari per tutti gli ordini e gradi di scuole e concorsi straordinari per l'inserimento nelle graduatorie di merito regionali ad esaurimento;
    scarsa, se non nulla, è l'attenzione riservata dal decreto in esame alla scuola dell'infanzia e primaria, con particolare riferimento alle procedure per il reclutamento del personale docente;
    consentire al personale della scuola dell'infanzia e della primaria la partecipazione alla procedura concorsuale, eventualmente nel limite del 50 per cento dei posti da bandire come per la scuola secondaria, non comporterebbe, peraltro, maggiori oneri per la finanza pubblica, perché ci sarebbero i risparmi dai mancati risarcimenti dovuti per la reiterazione di migliaia di contratti di lavoro a tempo determinato per violazione della direttiva 1999/70/CE del Consiglio, del 28 giugno 1999, relativa all'accordo quadro CES, UNICE e CEEP,

impegna il Governo

ad adottare ulteriori iniziative normative volte a valutare l'opportunità di prevedere quanto prima l'indizione di una procedura straordinaria per il reclutamento di docenti nella scuola dell'infanzia e primaria, anche a tutela della continuità didattica.
9/2222-A/18. Lucaselli, Bucalo.