• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/04203    In questa seconda ipotesi la nostra Banca, oltre alla documentazione indicata da CONSAP nella news pubblicata il 15/10/2019 sul proprio sito internet, consegnerà anche l'eventuale...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-04203presentato daZANETTIN Pierantoniotesto diGiovedì 28 novembre 2019, seduta n. 268

   ZANETTIN. — Al Ministro dell'economia e delle finanze. — Per sapere – premesso che:

   il sito di informazione VicenzaPiu.com ha pubblicato il testo di una mail datata 26 novembre 2019 indirizzata alle associazioni dei consumatori da Intesa San asseritamente riservata, del seguente tenore, avente ad oggetto la nuova piattaforma Consap:

   «con riferimento al Fondo Indennizzo Risparmiatori, anche grazie alla collaborazione con le vostre Associazioni, sono stati modificati i moduli per richiedere ad Intesa Sanpaolo la copia della documentazione necessaria per presentare domanda di rimborso presso il portale CONSAP. I clienti dovranno ora specificare, nel nuovo modulo, se la richiesta riguardi un indennizzo forfettario o non forfettario.
   In questa seconda ipotesi la nostra Banca, oltre alla documentazione indicata da CONSAP nella news pubblicata il 15/10/2019 sul proprio sito internet, consegnerà anche l'eventuale documentazione bancaria relativa alla prestazione del servizio di investimento che venisse richiesta dal Risparmiatore, entro 30 giorni e senza spese per il richiedente.
   Ad oggi, dunque, le richieste indirizzate a Intesa Sanpaolo possono essere formulate, per ciascun nominativo, compilando uno dei due moduli allegati:
   • Richiesta di copia documentazione per accesso al FIR
   • Richiesta documentazione ai fini FIR relativa a titoli acquisiti per successione.
   Rimangono invariate le modalità di inoltro delle domande:
   • alle Banche in LCA;
   oppure
   • alla Filiale ISP: tramite posta elettronica, PEC, consegna a mani o raccomandata.
   Per le AA.CC (Associazioni consumatori) rimane invariata la possibilità di usufruire della task force dedicata, inviando una mail PEC al seguente indirizzo di Intesa Sanpaolo:
   taskforceFIR@pec.intesasanpaolo.com»

   il travaglio dei risparmiatori «azzerati» dunque continua, con adempimenti formali posti a loro carico, che cambiano di giorno in giorno, in un tourbillon apparentemente inestricabile;

   il Corriere della Sera, edizione veneta, in data 21 novembre 2019, ha riferito che fino ad oggi sono circa 16.000 le domande già presentate al portale Consap –:

   se intenda adottare le iniziative di competenza per chiarire se le domande già presentate alla data del 26 novembre 2019, in base alla documentazione precedentemente rilasciata dalla banca depositaria, possano considerarsi comunque regolari o, alla luce della recente mail di Intesa, risultino lacunose sotto il profilo documentale e necessitino conseguentemente di una integrazione.
(4-04203)