• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/01586/041/ ... Premesso che, l'articolo 48 del disegno di legge in discussione prevede la possibilità per il Minstero della giustizia, in aggiunta alle facoltà assunzionali previste dalla normativa...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/1586/41/05 presentato da GIUSEPPE LUIGI SALVATORE CUCCA
giovedì 21 novembre 2019, seduta n. 223

Il Senato,
Premesso che,
l'articolo 48 del disegno di legge in discussione prevede la possibilità per il Minstero della giustizia, in aggiunta alle facoltà assunzionali previste dalla normativa vigente, di assumere nel 2020, i magistrati ordinari vincitori del concorso già bandito alla data di entrata in vigore della legge di bilancio 2020;
analoghe disposizioni erano contenute nella legge di bilancio 2018 (art. 1, co.478) e nella legge di bilancio 2019 (art. l, comma 377).
considerato che:
al 28 Febbraio 2019 i magistrati presenti in Italia ammontavano a 9.401 unità, includendo in tale numero sia i magistrati fuori ruolo, sia i Magistrati ordinari in Tirocinio (MOT);
il numero di giudici per 100.000 abitanti si è ridotto da n. 11 del 2010 a n. 10,6 del 2018, comunque omogeneo a Francia e Spagna, ma minore del dato medio nei Paesi considerati dal rapporto CEPEJ pari a 17,8;
l'Italia ha un grande numero di giudici non togati, anche per far fronte alla mole di lavoro che concerne le liti di minor valore ovvero i reati più piccoli; e che tale sproporzione tra magistrati togati e non togati rappresenta un problema endemico del nostro paese;
l'Italia è ottavo per risorse spese delle amministrazioni pubbliche per i tribunali, anche se la spesa non raggiunge i 100 euro a persona mentre i primi tre Stati membri (Lussemburgo, Regno Unito e Danimarca) ne investono dai 150 in su. La spesa generale del governo per i tribunali rappresenta lo 0,35% del Pil.
impegna il Governo a:
predisporre e attuare un urgente piano straordinario di assunzioni per il reclutamento di unità di personale per assicurare il ricambio generazionale dell'alto numero di magistrati andati in pensione e non sostituiti anche in seguito al blocco del turn over imposto alla P.A., evitando di disperdere ulteriormente l'alto e qualificato patrimonio professionale fin qui maturato dalle figure ormai prossime all'uscita, esperienze che possono essere funzionali all'inserimento dei nuovi magistrati.
(0/1586/41/5)
Cucca