• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/01128 (3-01128)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-01128presentato daCONTE Federicotesto diMartedì 19 novembre 2019, seduta n. 262

   CONTE e FORNARO. — Al Ministro della giustizia . — Per sapere – premesso che:

   il tribunale di Vallo della Lucania, in provincia di Salerno, costituisce il punto di riferimento dell'amministrazione della giustizia su quasi tutto il territorio cilentano;

   con la chiusura del tribunale di Sala Consilina, quello di Vallo della Lucania resta l'unico tribunale nel territorio a sud di Salerno, con 51 comuni di competenza e 125 mila abitanti;

   il tribunale di Vallo ha in organico dodici magistrati, compreso il presidente, di cui undici formalmente in servizio, ma, tra trasferimenti e aspettative, realmente in attività sono solo sei magistrati;

   con il decreto n. 63 del 18 ottobre 2019, il presidente del tribunale, prendendo atto che mancano l'unico giudice delle esecuzioni e dei fallimenti e quattro dei cinque giudici civili previsti in organico, ha proceduto al cosiddetto congelamento dei ruoli civili non coperti;

   inoltre, in ragione della carenza di magistrati, ha ridotto il numero delle udienze penali a una sola a settimana;

   situazione di pari difficoltà si registra anche presso la procura della Repubblica del tribunale di Nocera Inferiore che, dopo la riforma delle circoscrizioni giudiziarie attuata con l'entrata in vigore del decreto legislativo n. 155 del 2012, con l'accorpamento di due sezioni distaccate (Cava de’ Tirreni e Mercato San Severino), ha visto passare il mandamento dagli originari 251.137 abitanti agli attuali 397.107, con un incremento del 36,7 per cento;

   né le piante organiche del personale amministrativo, né quelle delle sezioni di polizia giudiziaria operanti presso la procura di Nocera Inferiore sono state adeguate (salvo il disposto incremento da 5 a 11 unità del numero degli assistenti giudiziari) al nuovo assetto dell'ufficio;

   sulla base delle predette rilevazioni, a quanto consta agli interroganti, lo stesso consiglio giudiziario presso la corte di appello di Salerno, chiamato in data 24 ottobre 2018 ad esprimersi in merito allo schema di decreto ministeriale recante la determinazione delle piante organiche della magistratura onoraria – commisurato a quello dei magistrati togati previsti in organico – avrebbe rilevato all'unanimità l'assoluta sperequazione della situazione della procura di Nocera Inferiore rispetto a quella di Salerno, indicando la necessità di aumentare l'organico della procura di Nocera Inferiore in misura pari al 50 per cento, lasciando inalterato l'organico della procura di Salerno –:

   quali iniziative intenda adottare, per quanto di competenza, per consentire al tribunale di Vallo della Lucania e alla procura di Nocera Inferiore di svolgere le loro funzioni garantendo almeno livelli minimi di funzionalità ed efficienza, oggi negati a causa delle gravi carenze di organico.
(3-01128)