• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/03125 (5-03125)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-03125presentato daTRIZZINO Giorgiotesto diMercoledì 13 novembre 2019, seduta n. 258

   TRIZZINO. — Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:

   con le disposizioni di cui ai commi dal 622 al 627 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, si introduce un percorso finalizzato alla procedura di stabilizzazione del personale di cui all'articolo 1, comma 745, della legge 27 dicembre 2013, n. 147. Infatti, l'articolo 1 comma 622, stabilisce che: «al fine di stabilizzare il personale di cui all'articolo 1, comma 745 della legge 27 dicembre 2013 n. 147, titolare di contratti di lavoro attivati dall'ufficio scolastico provinciale di Palermo e provincia prorogati ininterrottamente, per lo svolgimento di funzioni corrispondenti a quelle di collaboratori scolastici, in forza nelle istituzioni scolastiche di cui all'articolo 8 della legge 3 maggio 1999, n. 124 e all'articolo 9 del decreto del Ministero delle Pubblica Istruzione 23 luglio 1999 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 16 del 24 gennaio 2000 convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017 n. 19 è avviata dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca un'apposita procedura selettiva per titoli e colloquio»;

   conseguentemente con le risorse finanziarie previste dal comma 625 dell'articolo 1 della suddetta legge, le stabilizzazioni avrebbero dovuto riguardare 467 lavoratori di 519 aventi causa;

   con il decreto direttoriale n. 500 del 5 aprile 2018, il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, indicendo la procedura prevista, statuiva: «procedura selettiva per titoli e colloquio ai sensi dell'articolo 1 commi 622-626 della legge 27 dicembre 2017, n. 205, finalizzata a stabilizzare 305 unità di personale di cui all'articolo 1, comma 745, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, titolare di contratti di lavoro attivati dall'ufficio scolastico provinciale di Palermo e prorogati ininterrottamente, per lo svolgimento di funzioni corrispondenti a quelle di collaboratori scolastici in forza nelle istituzioni scolastiche di cui all'articolo 8 della legge 3 maggio 1999, n. 124, e all'articolo 9 del decreto del ministro della pubblica istruzione 23 luglio 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 16 del 21 gennaio 2000, tuttora in servizio ai sensi dell'articolo 4, comma 5, del decreto-legge 30 dicembre 2016, n. 244, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2017, n. 19»;

   alla procedura selettiva partecipavano i 467 lavoratori candidati alla stabilizzazione, dei quali solo 305 venivano effettivamente stabilizzati;

   secondo quanto previsto dal comma 626 dell'articolo 1 della succitata legge, i lavoratori rimasti esclusi dalla procedura di stabilizzazione avrebbero dovuto essere iscritti in apposito albo indicato, dal quale gli enti territoriali interessati avrebbero potuto attingere per nuove assunzioni di personale;

   ad oggi questo albo, a quanto consta all'interrogante, non è mai stato predisposto e i 162 esclusi continuano a rimanere fuori da qualsivoglia prospettiva lavorativa, anche se in possesso dell'idoneità di cui alla procedura selettiva meglio sopra specificata –:

   se il Ministro interrogato sia a conoscenza di quanto esposto in premessa;

   quali iniziative il Ministro intenda porre in essere per la stabilizzazione delle 162 unità lavorative rimaste escluse.
(5-03125)