• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/03128 (5-03128)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-03128presentato daBENAMATI Gianlucatesto diMercoledì 13 novembre 2019, seduta n. 258

   BENAMATI e NARDI. — Al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:

   il Capacity market (Cm) prevede di garantire una disponibilità di capacità produttiva di energia elettrica nel lungo periodo, attraverso un corrispettivo ai produttori, per mantenere un adeguato backup al sistema elettrico da parte degli impianti alimentati a fonti fossili, rinnovabili ed ai sistemi di accumulo;

   il decreto ministeriale 28 giugno 2019 ha approvato la disciplina del sistema di remunerazione della disponibilità di capacità produttiva di energia elettrica per assicurare l'adeguatezza del sistema privilegiando le capacità dotate dei necessari requisiti ambientali e di flessibilità e assicurando la partecipazione di tutte le risorse utili;

   l'individuazione delle necessità di potenza e del valore massimo del premio e del prezzo di esercizio nel Cm devono doverosamente essere tesi a ridurre i costi del sistema e degli oneri a carico dei consumatori domestici e industriale, con piena verifica degli effetti prodotti;

   la prima asta, valida per l'anno di consegna 2022 si è aperta il 6 novembre 2019 e ha visto Terna selezionare 40,919 Gw di capacità complessiva di cui 34,7 Gw di capacità esistente, 1,7 Gw di nuove centrali, 1 Gw alle «Fer» e 4,4 Gw all'estero;

   nulla è stato assegnato in termini di accumulo e la remunerazione di capacità, a base d'asta, per un nuovo impianto è di 75.000 euro/Mw/anno e di 33.000 euro/anno per impianti esistenti, riferiti però ad età molto diverse (da ventennali a pochi anni);

   la capacità finale assegnata è assai ragguardevole e porta al costo complessivo di circa 1,3 miliardi di euro;

   l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente (Arera) con deliberazione 261/2018/R/eel dispone obblighi di trasparenza e vigilanza in capo a Terna, che deve provvedere alla trasmissione in 30 giorni dei dati dettagliati a Ministero dello sviluppo economico e alla stessa Arera ed alla successiva pubblicazione per le parti non espressamente coperte da riserbo da questi due soggetti istituzionali;

   si presume che ad oggi il Ministero dello sviluppo economico non abbia ancora ricevuto da Terna i dati sopra citati –:

   nell'attesa di una valutazione complessiva da rendere al Parlamento sull'esito dell'asta – in merito alla quale Terna ha già pubblicato per ciascuna area nazionale le quantità complessivamente accettate ed i relativi premi di valorizzazione senza un elenco dettagliato delle risorse aggiudicate –, se il Ministro interrogato ritenga di escludere la presenza di informazioni per le quali sia necessario mantenere un provvisorio riserbo, consentendo così a Terna la opportuna pubblicazione di un rendiconto dettagliato degli esiti della procedura.
(5-03128)