• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/04084 (4-04084)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-04084presentato daMICELI Carmelotesto diMercoledì 13 novembre 2019, seduta n. 258

   MICELI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro per il sud e la coesione territoriale. — Per sapere – premesso che:

   da alcune settimane gli organi di stampa hanno evidenziato il lievitare dei prezzi dei biglietti aerei

   ed, in particolare, nelle tratte dalle principali città italiane – tra cui Milano e Roma – per gli aeroporti della Sicilia;

   il «caro-voli» coinvolge tutto l'anno vaste categorie di soggetti tra cui studenti, insegnanti, lavoratori, concorsisti o soggetti che viaggiano per ragioni di salute che, per la specificità delle esigenze, non possono programmare in anticipo i propri spostamenti, dovendo, pertanto, far fronte a elevati costi in considerazione delle ridotte tempistiche di prenotazione;

   l'aumento delle tariffe è dovuto non solo all'aumento della domanda di voli nell'avvicinamento di periodi sensibili dell'anno (ferie e festività), ma anche alle operazioni di mercato di singoli vettori privati operanti nel trasporto aereo, – basti ricordare che una delle compagnie aeree coprenti le tratte da e per la Sicilia ha deciso di sopprimere i collegamenti;

   non tutte le compagnie aeree che servono le tratte da e verso la Sicilia offrono la possibilità di effettuare un servizio di trasferimento di barelle o posti a ridotta mobilità con conseguente riduzione dell'offerta di trasporto aereo per tale tipologia di utenti, ledendo in maniera evidente i diritti dei soggetti interessati;

   a differenza della Sardegna, la Sicilia non gode del regime di continuità territoriale, ma è innegabile che le esigenze sostanziali di chi viaggia da e per l'isola richiedono un medesimo regime almeno sul piano sociale, ampliando, se necessario, la qualificazione di «servizio pubblico» tale da assicurare criteri equi di continuità, regolarità, tariffazione o capacità minima;

   è nota la condizione delle infrastrutture siciliane e dei collegamenti, differenti da quelli aerei, tra la Sicilia ed il resto d'Italia tale da non potersi qualificare il trasporto su gomma o su rotaia – sia per i tempi che per l'efficienza delle modalità – una concreta ed efficace alternativa al trasporto via aria;

   il sottosegretario Giancarlo Cancelleri ha annunciato norme volte all'introduzione di una «tariffa sociale» a favore di alcune categorie di residenti in Sicilia, anche coinvolgendo l'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac), soggetto preposto alla vigilanza nel settore, e l'Autorità garante della concorrenza e del mercato (Antitrust) nel controllo delle tariffe dei vettori e dei principali hub aeroportuali italiani a gestione privata;

   l'Antitrust è inoltre chiamata a far emergere eventuali condotte scorrette ad opera degli operatori del settore –:

   se e con quali iniziative di competenza i Ministri interrogati intendano garantire una sostanziale continuità territoriale dei residenti nelle regioni del sud Italia, anche in considerazione della necessità di tutelare al meglio il diritto alla mobilità, assicurando, tra l'altro, riserve minime di aerei in grado di effettuare il servizio di trasferimento di barelle e posti a ridotta mobilità;

   se e quali iniziative di competenza i Ministri interrogati intendano porre in essere per promuovere – di concerto con le altre autorità preposte – un tavolo di confronto per la sottoposizione delle tariffe al cosiddetto «price cap».
(4-04084)